Ceccaroni (M5S) sull'Ausl unica: "Ospedali smantellati e nessun risparmio"

"Il nuovo riassetto della sanità regionale impone l'unificazione delle AUSL per le province romagnole, progetto di riordino ormai famoso come "Auslona"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

"La scorsa settimana l'Assessore regionale alla sanità, Carlo Lusenti, con Paolo Lucchi (Presidente della conferenza sanitaria dei sindaci e Sindaco di Cesena) e con il direttore generale dell'AUSL Romagna, Andrea Des Dorides, in conferenza stampa hanno rilasciato dichiarazioni sconvolgenti, dalle quali emerge chiaramente che in Romagna gli ospedali "periferici", i pronto soccorso e i numerosi reparti, pur essendo all'avanguardia, saranno smantellati per essere trasformati in semplici poliambulatori e punti di primo intervento. Inoltre, il nuovo riassetto della sanità non porterà alcun risparmio.

"I risparmi arriveranno dopo", dice il direttore generale Des Dorides. "Il fine dell'Ausl unica non è spendere meno - Interviene l'assessore Lusenti - si continua a spendere tutto quello che c'è, ma cercando di spostare il più possibile la spesa dall'interno al fronte, vale a dire dai costi di funzionamento ai servizi per i cittadini". Queste affermazioni lasciamo ben poco margine per incidere sulle decisione e avere una possibilità di mantenere l'ospedale Marconi in vita. Il MoVimento 5 Stelle di Cesenatico chiede di aprire un tavolo di lavoro che affronti la questione dell'ospedale Marconi e l'assetto della sanità per la Romagna. Inoltre chiediamo che vengano abbandonati campanilismi di partito e di potere almeno su questioni di importanza vitale per tutti gli abitanti. come la salute e il primo soccorso. Proponiamo al Sindaco di Cesenatico e a tutti i partiti in Consiglio comunale di unirsi per portare avanti una proposta condivisa. Come già presentato alcuni mesi fa, il gruppo di cittadini a 5 Stelle di Cesenatico porterà sul tavolo di lavoro la proposta di "ospedale della costa di Cesenatico - Cervia - Bellaria". Dobbiamo utilizzare una struttura già esistente, come l'ospedale Marconi di Cesenatico, per questo fondamentale servizio pubblico.

Il nuovo riassetto della sanità regionale impone l'unificazione delle AUSL per le province romagnole, progetto di riordino ormai famoso come "AUSLONA". In questi anni abbiamo visto lentamente morire il nostro ospedale, il pronto soccorso, servizi efficienti e di alta qualità come il day surgery e il reparto cardiovascolare a favore di un accentramento dei servizi. I criteri corretti e misurati per ottenere una struttura unica in loco, considerano sia l'agglomerato urbano, sia il consistente aumento di interventi durante la stagione estiva, direttamente proporzionale alle presenze turistiche. E' paradossale che in una zona turistica come questa non esista una struttura importante in grado di tutelare tempestivamente la salute di tutti.

Decisioni che influiscono sulla nostra vita vengono prese altrove, mentre le amministrazioni locali si sono dimostrate indifferenti e scarsamente dedite all'impegno costante che richiede la soluzione di questo deprecabile disservizio. Probabilmente siamo di fronte all'unica occasione per ottenere un polo sanitario importante, moderno, e d'eccellenza che potrebbe diventare un punto di riferimento per ampia parte della costa e dell'entroterra".

Danilo Ceccaroni

Responsabile sanità-scuola-sociale M5S Cesenatico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento