Bucato asciutto e profumato anche in inverno con questi 7 "rimedi della nonna"

Col freddo i panni non si asciugano mai? Ecco 7 ingegnosi trucchetti per avere un guardaroba profumato come appena uscito dalla lavatrice, con un occhio al risparmio e alla salute degli abitanti di casa

Molto spesso in inverno, anche se le giornate sono assolate, le ore di luce non sono abbastanza per permettere al bucato di asciugare su balconi e terrazzi. Se non abbiamo un’asciugatrice elettrica o una portatile, per questione di spazio, siamo per forza costretti a stenderli in casa.

Se però, appena usciti dalla lavatrice, i vestiti hanno quel piacevole odore di pulito, non solo rischiano di prendere cattivo odore se restano troppo tempo ad asciugare, ma tenerli in casa a finestre chiuse è un rischio anche per il nostro sistema respiratorio. In inverno fare il bucato può quindi trasformarsi veramente in un'impresa. 

Fortunatamente, per avere panni asciutti e profumati anche nella stagione fredda basta adottare anche solo alcuni di questi 7 “rimedi della nonna”! Ecco qualche ingegnoso trucchetto per avere un guardaroba profumato come appena uscito dalla lavatrice, con un occhio al risparmio e alla salute degli abitanti di casa.

1. Stendi bene la biancheria

Il primo consiglio per avere il guardaroba profumato e asciutto anche in inverno è quello di stenderli bene sullo stendibiancheria. I vestiti devono essere disposti larghi tra di loro così da far passare l’aria senza ostacoli e farli asciugare in fretta. Inoltre è un modo per stirarli meglio e più velocemente.

2. Scegli il luogo adatto per stendere

Capire in quale stanza della casa posizionare lo stendibiancheria è importante per la resa finale. Anche se può sembrare banale, decidere la camera giusta può fare la differenza. Non tutte sono adatte: alcune sono troppo umide, altre non hanno finestre, altre ancora sono troppo trafficate. La scelta migliore è un ambiente poco frequentato, con infissi da poter aprire, per far circolare l’aria. Se fa troppo freddo per avere la finestra aperta, meglio tenere semplicemente la porta della camera aperta.

3. Fai una doppia centrifuga

Se quando prendiamo i vestiti dalla lavatrice sono molto bagnati, per ridurre al minimo la presenza di acqua, possiamo scegliere di fare la doppia centrifuga. Però attenzione: anche se strizza bene gli abiti, ha come limite quello di poter rovinare i vestiti a causa del doppio trattamento. Inoltre, programmare due volte la centrifuga, stropiccia il bucato e rendere più difficile la stiratura. Quindi meglio valutare il tessuto dei vestiti prima di procedere con questo trattamento.

4. Usa il deumidificatore

Il deumidificatore è presente in molte case: il suo lavoro è quello di assorbire l’umidità residua in pochi minuti. Posizionando lo stendibiancheria vicino al deumidificatore, questo eliminerà l'acqua, facendo asciugare i vestiti più in fretta. Inoltre, con questo sistema non ci sarà il rischio di creare fastidiose macchie di muffa all’interno delle camere in cui viene posizionata la biancheria.

5. Usa fonti di calore

Termosifoni o stufe sono fonti di calore per eccellenza. Quindi per far asciugare i panni velocemente potete scegliere di posizionare lo stendibiancheria nelle vicinanze del radiatore. Quelli particolarmente piccoli, come calze o slip, potete poggiarli direttamente sul termosifone, o tra gli elementi dello scalda salviette. Se non volete privarvi del calduccio, potete usare fonti alternative come il forno caldo se nel frattempo state preparando una deliziosa ciambella, o nelle vicinanze di una lampada. In questo modo anche i vestiti più difficili si asciugheranno.

6. Usa un ventilatore

Se avete fretta e non potete fare a meno di quella camicetta o maglia, una soluzione rapida è quella di usare un ventilatore, ad aria calda o fredda. In questo modo il vento prodotto permetterà ai vostri vestiti di asciugarsi in metà tempo. Per il bucato particolarmente piccolo, potete scegliere anche l'asciugacapelli, l’aria calda farà il suo dovere in pochi minuti. L'importante è tenere i panni umidi a un'adeguata distanza: se si copre del tutto lo spazio da cui esce l'aria, l'eccessivo surriscaldamento del tessuto potrebbe causare un incendio o un cortocircuito, se dell'acqua entrasse in contatto con l'elettrodomestico.

7. Sacchetti di riso

Un altro “rimedio della nonna” molto utile ed economico è quello di prendere dei sacchetti di stoffa ripieni di riso e posizionarli all’interno della camera. Il riso crudo assorbe l’umidità e permette alla biancheria di conservare il suo odore di pulito.

Addio spifferi e muri gelidi: ecco come avere casa più calda e risparmiare in bolletta

A volte un capo non può essere lavato a casa

A volte lavare certi capi d'abbigliamento a casa può essere a dir poco azzardato, e un'asciugatura lenta può rischiare di rovinare il tessuto appesantito dall'acqua o stretto dalle mollette. Per questo certi abiti hanno bisogno di essere portati in lavanderia. Eccone alcune a cui puoi rivolgerti a Cesena:

Sogni una casa da rivista? Ecco le tendenze del 2020

Prodotti online per asciugare i vestiti

Lavatrice

Asciugatrice

Stendibiancheria

Deumidificatore

Asciugacapelli

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sacchetti in Cotone

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
CesenaToday è in caricamento