Pane, olio e fantasia

Pane, olio e fantasia

Vi va una cena in compagnia dell'Albana di Romagna?

Consigli per non sbagliare gli accostamenti tra piatti e vino in queste piacevoli sere d'estate

Ormai siamo in piena estate, tempo in  cui è un piacere mangiare all'aperto cercando un po' di fresco e serenità. Un barbecue nel giardino con gli amici oppure un piatto di pesce servito in spiaggia, ma anche una simpatica piadina al chiosco sotto casa: ogni occasione è buona per far festa. Ed ecco che i romagnoli, col caldo, si dividono in due distinti gruppi: quelli che bevono rigorosamente solo birra, una bionda leggera e fresca, perchè d'estate è meglio, e di solito sono persone pratiche e sportive. E quelli che continuano ad apprezzare il vino, cercando l'abbinamento giusto per l'estate sempre nuovo e curioso. In questo secondo gruppo si trovano persone più sofisticate ed esigenti. Per tutti loro il Romagna Albana Docg, vino storico romagnolo, può essere un incontro sorprendente. 
Era già noto 1600 anni fa quando Galla Placidia, figlia dell'imperatore Teodosio, passando da queste terre, ne bevve un  po' in una ciotola di terracotta e, rimasta folgorata dalla dolcezza del vino, esclamò: “Vorrei berti in or e non in un'umile ciotola. Frase che diede il nome a Bertinoro, paese dove l'Albana trova la sua principale casa. Ma con cosa si abbina in cucina l'Albana di Romagna (primo vino bianco nel 1987 a ricevere il riconoscimento Docg)?  
Innanzitutto l'Albana secca può far sia da aperitivo che accompagnare le portate. Provate un'Albana coi “frittini” dell'Adriatico, pesce povero e di ottima qualità, e non la lascerete più. Ma anche con olive, stuzzichini, polpettine di carne e arancine siciliane. 
Ottima da abbinare a sushi, trancio di tonno ai ferri, insalate di mare o grigliate miste. L'Albana, che in alcune bottiglie da vendemmia tardiva può regalare anche fresche e pungenti note di zafferano, si sposa bene anche a piatti più complessi come le lumache di mare o primi conditi con sughi di carne, anche di anatra. Un accostamento noto a tutti i romagnoli è quello dell'Albana dolce o amabile con la classica ciambella romagnola o la pasticceria secca. Ma anche con una torta alle mandorle o una torta della nonna fa la sua bella figura. 
Se poi si passa all'Albana tipo passito l'idea giusta è accompagnarla a scaglie di formaggio di Fossa, qualche acino d'uva bianca e noci. Se la servirete come aperitivo farete un'ottima figura ma va bene anche come merenda estiva di campagna. 

Pane, olio e fantasia

Il cibo è piacere, ma anche cultura. Nella zona di Forlì e Cesena non mancano ottimi prodotti alimentari tipici e uno degli ingredienti fondamentale per cucinarli, che è la fantasia. Come non mancano locali dove si mangia bene, si fa intrattenimento intelligente e si tramandano tradizioni culinarie rinnovandole. Qui troverete storie di piatti tipici, nuovi locali che aprono, eventi gastronomici di richiamo, idee innovative da mettere in tavola e curiosità da versare nel bicchiere e bere tutte d'un fiato. Quindi prendete posto e buon appetito a tutti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
CesenaToday è in caricamento