Pane, olio e fantasia

Pane, olio e fantasia

A Cesena apre l'Osteria Malatesta

Un locale dove si potrà mangiare tradizionale ma con specialità da altre regioni: dal maialino porchettato ripieno alla pastiera napoletana. Inaugurazione il 16 gennaio

Il ristorante Fermo Posta cambia nome e gestione. Sfidando la chiusura di piazza della Libertà e una crisi che sembra non passare mai, tre soci trentenni che provengono da anni di esperienze lavorative sulla riviera romagnola hanno rilevato il ristorante in via Papa Giovanni XXIII 15 e lo apriranno lunedì 16 gennaio. Stefano Marsilio, Salvatore Castaldo e Nazareno Coppola, che alle spalle hanno la gestione di alberghi, ristoranti e cucine di hotel, daranno anima e corpo a quella che hanno chiamato "Osteria Malatesta" (strano che nessuno ci avesse mai pensato prima!...). "Non siamo romagnoli, siamo tutti e tre di origine campana  - spiega Stefano Marsilio - E anche il menù che proporremo verrà influenzato dalla conoscenza che abbiamo delle varie regioni conosciute e visitate, mantenendo sempre inalterati l'amore e il rispetto per questa bellissima terra e i suoi prodotti".  
Fino al 22 dicembre sono stati effettuati lavori all'interno del locale dandogli un aspetto tipico più da osteria. I muri avranno colori moderni, tovaglie, piatti e posate avranno uno stile particolare. Ssedie e tavoli restano di legno e saranno sistemate delle casse di champagne a decorare l'ambiente. I posti all'interno sono 30, altrettanti quelli fuori. 
"Non abbiamo bisogno di tante persone per iniziare - spiega Marsilio - però vogliamo farci conoscere per le nostre qualità da subito. Piazza della Libertà entro Natale prossimo sarà riaperta e noi attendiamo con ansia il momento in cui la zona verrà frequentata da più persone e diventerà un nuovo punto di attrazione". 
La cucina, come abbiamo già detto, sarà tradizionale ma rivisitata in chiave moderna. Nel menù si troveranno dalle tagliatelle alla bolognese alla pastiera napoletana, dalla parmigiana di melanzane ai tortelli di zucca con soffritto alla mantovana, dal maialino porchettato ripieno al polipo e fresella napoletana. Una volta alla settimana l'Osteria Malatesta organizzerà anche la serata di pizza al tegame (tipica campana) con birra artigianale locale. 
Per il pranzo viene proposto il menù low cost (da 8 euro) che consiste in un piatto unico composto da un assaggio di primo e di un secondo, acqua caffè e calice di vino compresi. La seconda proposta è il menù a 10 euro, che coniste nella scelta tra un primo o un secondo con contorno, acqua, caffè e calice di vino. Il menù completo (primo, secondo con contorno, acqua, caffè e vino) a pranzo avrà comunque il costo di 13 euro per attrarre chi lavora in zona e non può tornare a casa. Questa proposta prevede anche un piatto vegetariano e vegano. Il cuoco, che sarà davanti ai fornelli dalla mattina alla sera per sette giorni su sette, garantisce prodotti freschi, pane, pasta, piadina e dolci fatti in casa. 

Pane, olio e fantasia

Il cibo è piacere, ma anche cultura. Nella zona di Forlì e Cesena non mancano ottimi prodotti alimentari tipici e uno degli ingredienti fondamentale per cucinarli, che è la fantasia. Come non mancano locali dove si mangia bene, si fa intrattenimento intelligente e si tramandano tradizioni culinarie rinnovandole. Qui troverete storie di piatti tipici, nuovi locali che aprono, eventi gastronomici di richiamo, idee innovative da mettere in tavola e curiosità da versare nel bicchiere e bere tutte d'un fiato. Quindi prendete posto e buon appetito a tutti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
CesenaToday è in caricamento