A Cesenatico e Cesena un ciclo di seminari dedicati alle biocostellazioni

Nel corso della serata verrà spiegato come, con le biocostellazioni, qualunque disagio fisico o emotivo può essere analizzato da un punto di vista biologico

Cesenatico ospiterà alcuni seminari di approfondimento dedicati al mondo delle ‘biocostellazioni’. A curare gli incontri, individuali e di gruppo, è Ornella Bartolini, esperta di naturopatia e di riflessologia plantare, da 25 anni attiva nel campo del benessere e della salute. Gli incontri di approfondimento si svolgono nela sede dell’associazione "Ben Essere" di via Saffi, ma faranno tappa anche a Cesena e Rimini. Tante le richieste arrivate soprattutto da donne di età compresa tra i 25 e i 55 anni, ma non mancano nemmeno gli uomini.

Ma cosa sono le biocostellazioni? Negli anni ‘80 Bert Hellinger, famoso teologo psicanalista tedesco, definisce con il termine Costellazioni Familiari la sua modalità di aiuto nel complesso campo delle relazioni familiari e sistemiche. Gabriele Policardo, allievo di Hellinger, verificando nel suo lavoro di costellatore come spesso sintomi e malattie possono essere collegati a disordini familiari o irrisolti nel sistema di appartenenza, unisce allo strumento delle Costellazioni uno studio approfondito della biologia, la scienza che studia il comportamento della specie animale e il suo adattamento in relazione all’ambiente. Nascono così le “biocostellazioni”.

Da un punto di vista biologico il sintomo, il malessere, sono un programma fisiologico “speciale”, la miglior forma di adattamento per quel corpo e in quel preciso momento, attivata per gestire un evento inaspettato e traumatico. Nel corso della serata verrà spiegato come, con le biocostellazioni, qualunque disagio fisico o emotivo può essere analizzato da un punto di vista biologico e poi messo in scena e osservato in un campo sistemico-familiare. Così per esempio un male all’anca si potrebbe riferire a un genitore che troppe volte abbiamo sostenuto, un peso che non cala potrebbe sopperire al bisogno di sentirsi al sicuro e protetti, o una dermatite che riaffiora a maggio ci ricorda qualcuno che è venuto a mancare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento