rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Alimentazione

Mangiare frutta e verdura di stagione per essere sani: il calendario di novembre

L'utilizzo dei prodotti di stagione ha anche un vantaggio ambientale ed economico: per coltivare fuori stagione, infatti, si utilizzano serre riscaldate che richiedono un grande dispendio di energia, trasporti che contribuiscono all'inquinamento, pesticidi e di conseguenza aumenta anche il loro costo

Una dieta sana e ricca di vitamine è sempre fondamentale per stare bene, certamente nella stagione fredda, quando con l'abbassamento delle temperature sindromi influenzali e da raffreddamento sono all'ordine, lo è ancora di più. Un sistema immunitario forte può difendere dai malanni e per mantenerlo efficiente frutta e verdura di stagione sono importantissime.  

Seguire la stagionalità dei prodotti  permette di sfruttare a pieno le loro proprietà: infatti sia i frutti che gli ortaggi, nella loro naturale stagione di maturazione hanno delle proprietà nutritive superiori rispetto a quelle maturate in altri periodi. L'utilizzo dei prodotti di stagione ha anche un vantaggio ambientale ed economico: per coltivare fuori stagione, infatti, si utilizzano serre riscaldate che richiedono un grande dispendio di energia, trasporti che contribuiscono all'inquinamento, pesticidi e  di conseguenza aumenta anche il loro costo.Ecco quindi la frutta e verdura di novembre e i suoi benefici.

La frutta di stagione a novembre

Arance, clementine e mandarini
Le arance, come anche le clementine e i mandarini, sono frutti ricchi di vitamina C, dal forte potere antiossidante, con l'importante   funzione di immunostimolatore

Bergamotto
Efficacissimo da assumere sotto forma di infuso per regolare il transito intestinale, il bergamotto è un agrume di origine calabrese con un alto contenuto di vitamina C.

Castagne
Ricche di glucidi complessi e con un basso indice glicemico, le castagne contengono anche  fonte ferro e potassio.

Cedro
Anche il cedro, come tutti gli agrumi,  è ricco di vitamina C, perfetta per rafforzare le difese immunitarie e affrontare i malanni di stagione.

Kiwi
Il kiwi è indubbiamente il frutto di novembre più ricco di vitamina C, tanto che basta mangiarne 2 per coprire il fabbisogno quotidiano di vitamina C in un adulto.

Limone
Anche il limone è un agrume ricco di vitamina C e antiossidanti e dalle molteplici virtù. Va detto che l a vitamina C è sensibile al calore: per un apporto ottimale è sempre meglio evitarne la cottura.

Mela
La maggior parte delle fibre, dei nutrienti e delle proprietà della mela sono contenute nella buccia: meglio quindi scegliere di consumare solo mele biologiche, in quanto prive di pesticidi e sostanze chimiche.

Melograno
Il melograno, e soprattutto il suo succo, è ricchissimo di antiossidanti, addirittura in misura superiore al tè verde e al vino rosso.

Kaki
Il kaki è un frutto ricco di fibre e carotenoidi, dalle proprietà antiossidanti.

Pera autunnale
Le pere autunnali, come la Kaiser, la Conference o l’Abate, sono ricche di proprietà antiossidanti, contenute nella buccia. Anche in questo caso, quindi, è meglio scegliere solo quelle derivanti da agricoltura biologica.

La verdura di novembre

Broccolo
Il broccolo è una verdura ricca di glucosinolati, sostanze che svolgono un ruolo protettivo contro il cancro e aiutano il fegato a eliminare le tossine.

Cardo
Il cardo è una pianta ricca di silimarina, una sostanza che protegge il fegato inibendo la penetrazione delle tossine nelle cellule epatiche.

Cavolfiore e cavolo cappuccio
Come il broccolo, anche il cavolfiore e il cavolo cappuccio sono della famiglia delle crucifere ricche di glucosinolati. Inoltre, il cavolo cappuccio costituisce anche una buona fonte di vitamina C.

Cavolo nero
Ricchissimo di calcio, il cavolo nero è anche una buona fonte di potassio, manganese e antiossidanti.

Cavolo rosso
Da prediligere crudo, il cavolo rosso è fonte di potassio, fosforo, vitamina K e cianidina, un antiossidante responsabile della sua pigmentazione viola.

Finocchio
Ricco di fibre e con pochissime calorie, il finocchio è una buona fonte di vitamina B9 e di potassio e ha proprietà sgonfianti, digestive e depurative.

Indivia
L’indivia è una verdura stagionale ricca di acido cicorico, dalle proprietà antiossidanti, vitamina A, B9 e K.

Lattuga
La lattuga a costa lunga e l’insalata iceberg sono ortaggi ricchi di antiossidanti e carotenoidi, che vengono assorbiti al meglio se accompagnati da una fonte di grassi, come l’olio d’oliva.

Porro
Ricchissimo di fibre e potassio.

Radicchio rosso
Ricco di antiossidanti e una buona fonte di vitamina K.

Topinambur
Ottima fonte di potassio, il topinambur è ricco anche di inulina, che favorisce lo sviluppo e l’equilibrio della flora intestinale.

Zucca
 Tra le tante proprietà benefiche che possiede, la zucca è anche ricca di carotenoidi, antiossidanti molto utili per la prevenzione di numerose malattie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mangiare frutta e verdura di stagione per essere sani: il calendario di novembre

CesenaToday è in caricamento