Teatro della Rosa, premio internazionale per Giulia e Gianfranco Gori

La manifestazione è stata organizzata dal centro culturale di Romagna, patrocinata dal Comune di Rimini e sostenuta dal Comitato Europeo dei Giornalisti di Roma e dall’agenzia Anic di Genova.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Doppio encomio per Giulia e Gianfranco Gori del Teatro della Rosa in occasione del 25esimo anno del premio internazionale Rimini Europa al Museo della Città di Rimini. La manifestazione è stata organizzata dal centro culturale di Romagna, patrocinata dal Comune di Rimini e sostenuta dal Comitato Europeo dei Giornalisti di Roma e dall’agenzia Anic di Genova. La commissione, composta dall’avvocato Pierpaolo Piccinini, dall’ex giudice Romano Dolce e presieduta dalla giornalista Nadia Giovagnoli, ha consegnato il premio per i 35 anni di carriera a Gianfranco Gori, regista, attore, autore e conduttore radio televisivo e il meritato premio speciale al Maestro Giulia Gori, pianista e artista.

Gianfranco Gori è figlio d’arte, il padre Marino era musicista jazz e prima tromba dell’orchestra del maestro Secondo Casadei; lo stesso Gianfranco lo ricorda nell’ultimo spettacolo del Teatro del Rosa “Sento la nostalgia di un passato” portato in scena con il fisarmonicista Simone Zanchini e il saxofonista Stefano Bedetti. Gori, dopo anni di trasmissioni radiofoniche e televisive approda in Rai e Mediaset. Fonda la compagnia Teatro della Rosa. Lavora con il maestro Giorgio Albertazzi scrivendo e dirigendo la trilogia “ Eros, parole e musica”. Importante la collaborazione artistica con Fabio Concato, Mariella Nava, l’ensemble scaligero di Milano, le orchestre Stradivari di Cremona e Bruno Maderna di Cesena per le produzioni teatrali. Giulia Gori, 19 anni, anche lei figlia e nipote d’arte. Inizia a ballare e suonare alla tenera età di 4 anni. Segue stage di danza con Alessandra Celentano, Frederic Olivieri e studia pianoforte con i maestri Nadia Giovannini e Paolo Chiavacci al Maderna di Cesena per poi laurearsi con il massimo dei voti, maestro di piano e professoressa di musica, al conservatorio Tartini di Trieste sotto la giuda del celebre concertista Giuseppe Albanese.

Ha al suo attivo più di trenta premi tra concorsi e riconoscimenti. Giulia ha già scritto e pubblicato due brani per la raccolta “Giulietta e Romeo”. “Mi emoziona ricevere questo riconoscimento insieme a mio padre – Dice Giulia Gori – La vita ci riserva delle sorprese quando meno te lo aspetti. Lo dedico ai miei nonni, vicini e “lontani” ma sempre presenti, che hanno sempre amato la musica”. “E’ un onore per noi ricevere questi encomi – Dice e Gianfranco Gori - Ci danno la forza di continuare e la spinta di proporre musica, arte e cultura in un momento molto difficile per queste discipline. La bellezza salverà il mondo solo se il mondo vorrà farsi salvare”.

I più letti
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento