rotate-mobile
Attualità

Due anni difficili per i malati di Alzheimer e le loro famiglie, ma non si è interrotto il progetto di ginnastica e reminiscenza

Musicoterapia, Ginnastica all’aria aperta, Reminiscenza (stimolazione della memoria autobiografica) e chiamate di supporto e condivisione per le persone con demenza sono state le attività che hanno coinvolto decine e decine di malati

Si è appena concluso con successo un progetto per malati di Alzheimer promosso da Caima odv, associazione di familiari di malati di Alzheimer, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena. Il progetto Demetra, durato 2 anni, ha coinvolto più di 100 persone tra malati e familiari. Gli anni 2020 e 2021 sono stati critici da un punto di vista sanitario, ma sono stati ancor più complicati per le persone con demenza e le loro famiglie. Oltre alle preoccupazioni date dal Covid-19, le famiglie si sono ritrovate infatti a dover fare i conti con la solitudine degli anziani affetti da demenza e con la fatica del prendersene cura.

Musicoterapia, Ginnastica all’aria aperta, Reminiscenza (stimolazione della memoria autobiografica) e chiamate di supporto e condivisione per le persone con demenza sono state le attività che hanno coinvolto decine e decine di malati, prevedendo gruppi di stimolazione studiati su misura dalle psicologhe di Caima e del Centro per disturbi cognitivi e demenze di Cesena dell’AUSL della Romagna. Inoltre molti famigliari sono stati contattati mensilmente dalla psicologa e coordinatrice del progetto, Francesca Mandaletti, affinché non si sentissero mai soli in questo momento delicato.

"In questi 2 anni per le famiglie di persone con demenza il Progetto Demetra ha rappresentato un aiuto concreto nella gestione della malattia e nel migliorare la qualità di vita dei caregivers e dei malati. Le alte richieste pervenute inducono a continuare verso questa strada sperando di riuscire a coinvolgere sempre più persone", spiega una nota.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due anni difficili per i malati di Alzheimer e le loro famiglie, ma non si è interrotto il progetto di ginnastica e reminiscenza

CesenaToday è in caricamento