Attualità

Cesenatico lotta per il posto di polizia estivo: "Afflussi turistici in arrivo"

Il Sindaco Matteo Gozzoli nella giornata di venerdì ha inviato una lettera ad Antonio Corona, prefetto di Forlì-Cesena, per chiedere un incontro

Il Sindaco Matteo Gozzoli nella giornata di venerdì ha inviato una lettera ad Antonio Corona, prefetto di Forlì-Cesena, per chiedere un incontro in merito all’apertura del Posto di Polizia Estivo a Cesenatico. Ha chiesto anche che alla riunione partecipino tutte le associazioni di categoria le forze sindacali con le diverse anime di Cesenatico che si presenteranno compatte per far sentire le loro ragioni. Il Sindaco Gozzoli aveva già scritto al Prefetto nello scorso mese di aprile e qualche giorno ha inviato anche una lettera ai parlamentari del territorio e ai consiglieri regionali della provincia per cercare di sensibilizzarli su un problema così sentito. 

Come già successo nel 2020, ai controlli di routine del territorio si aggiungeranno numerose problematiche collegate al rispetto delle norme Covid e, monitorando le decisioni del governo, risulta fondata l’ipotesi che già dai primi di giugno Cesenatico vedrà afflussi importanti di turisti soprattutto durante i fine settimana. Anche nel 2021 dopo la chiusura delle scuole, hotel, secondo case, campeggi e tutte le attività ricettive torneranno a pieno regime. Per questo l’Amministrazione Comunale si sta battendo per evitare la possibilità che il Posto di Polizia non venga attivato e che non giungano nemmeno rinforzi per Carabinieri e Guardia di Finanza come successo l’estate scorsa. 

Spiega il sindaco: "Ho chiesto un incontro al Prefetto Corona e voglio parlare nuovamente con lui per fargli presente quanto questo tema sia importante per tutte le anime di Cesenatico. Sto raccogliendo apprensione e preoccupazione dalle Associazioni di Categoria della città e dalla Forze Sindacali e per questo mi è sembrato giusto coinvolgere questi soggetti nella richiesta di incontro e nell’incontro stesso. Insieme vogliamo comprendere l’organizzazione dei servizi estivi e capire quali azioni possiamo insieme intraprendere presso il Ministero al fine di rappresentare le esigenze del nostro territorio in vista della stagione 2021: l’area turistica di Forlì-Cesena non può essere lasciata indietro, non è giusto per l’importanza che ricopre. Ribadisco, ancora una volta la disponibilità del Comune di Cesenatico a co-finanziare spese di vitto e alloggio, come già avvenuto in passato. Inoltre stiamo valutando di attivare un servizio di vigilanza privata per le zone più critiche della città durante i mesi più affollati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesenatico lotta per il posto di polizia estivo: "Afflussi turistici in arrivo"

CesenaToday è in caricamento