rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Attualità

Casa Serra riapre i battenti e arriva in visita anche il pronipote omonimo di Renato: "Sorprendente somiglianza"

Cultura, musica e anche una sorpresa nella rediviva casa Serra in viale Carducci, la dimora natale del più grande letterato cesenate, rimessa a disposizione alla città dopo anni

Cultura, musica e anche una sorpresa nella rediviva casa Serra in viale Carducci, la dimora natale del più grande letterato cesenate, rimessa a disposizione alla città dopo anni di mancata fruizione: la visita dl Renato Serra contemporaneo, pronipote omonimo dell’autore di ‘Esame di coscienza di un letterato' il secondo sabato di riapertura del monumento cittadino promossa dall’istituto intitolato al saggista e critico letterario nonché direttore della Biblioteca Malatestiana, con le studentesse dell’indirizzo turistico impegnate come ciceroni. Serra morì in guerra sul Podgora il 20 luglio 1915 e le allieve hanno declamato toccanti passi tratti dal testo “La tregua di Natale. Lettere dal frontea curadi Alberto del Bono” ispirate alle nota vicenda dei soldati antagonisti tedeschi francesi e inglesi che sospesero le ostilità belliche in vista del Natale del 1914.

Erano presenti, insieme all’insegnante coordinatrice del progetto Casa Serra Raffaella Martina, anche il preside Paolo Valli, il vicepreside del Serra Davide Giunti e vari insegnanti dell’istituto fondato nel 1931, a rendere la dimensione corale dell'operazione che vede protagonista la scuola cittadina.  “Siamo tutti rimasti molto impressionati dalla sorprendente somiglianza fisica tra il discendente Renato Serra - spiega la coordinatrice Raffaella Martina - e il letterato prozio di cui è riprodotta una gigantografia a Casa Serra. Ci ha detto di essere venuto appositamente da Bologna dove abita e si è complimentato con le studentesse per li lavoro che stiamo svolgendo e per avere rivitalizzato la casa natale dell'illustre avo, vicina a quella dei due grandi letterati romagnoli Giovanni Pascoli e Marino Moretti, inoltre si è compiaciuto del patto stretto tra amministrazione comunale e istituto Serra per la gestione triennale di casa Serra con le visite guidate dai nostri studenti ed eventi culturali e artistici correlati”. Nel pomeriggio si è esibito il giovane contrabbassista Mattia Previati. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa Serra riapre i battenti e arriva in visita anche il pronipote omonimo di Renato: "Sorprendente somiglianza"

CesenaToday è in caricamento