rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Animali

"Una struttura rinnovata e accogliente", per il canile intercomunale arrivano oltre 56mila euro per i servizi

Le risorse per tutte le attività inerenti ai servizi di accalappiamento, recupero, custodia, mantenimento e cura dei cani abbandonati

I Comuni fanno rete per sostenere la popolazione canina presente sul territorio. Corrisponde a 56.265,20 euro la somma destinata dalle Amministrazioni comunali di Gatteo, Longiano, Roncofreddo, Gambettola, San Mauro Pascoli, Savignano sul Rubicone, Borghi, Sogliano sul Rubicone, Mercato Saraceno, Montiano, Sarsina, Bagno di Romagna e Verghereto, a favore del canile intercomunale di Rio Eremo e di tutte le attività inerenti ai servizi di accalappiamento, recupero, custodia, mantenimento e cura dei cani abbandonati. La struttura, attualmente gestita dalla ditta Obiettivo solidale Società cooperativa sociale onlus di Gatteo che collabora con l’Associazione cesenate Protezione animali (A.C.P.A.), a partire dall’inizio della stagione estiva inoltre sarà interessata dall’avvio dei lavori di ampliamento e di adeguamento corrispondenti a un investimento complessivo dell’Amministrazione comunale di 200 mila euro, a cui si somma un contributo regionale di 75 mila euro.

“Dopo aver approvato il progetto definitivo di ampliamento e di ristrutturazione del canile intercomunale di Cesena – commenta l’Assessora Francesca Lucchi – nei prossimi mesi, indicativamente a giugno, daremo avvio all’atteso intervento che garantirà al nostro territorio di avere a disposizione una struttura rinnovata e accogliente. Il canile di Rio Eremo rappresenta un riferimento per Cesena e per tutti gli altri Comuni della Valle del Savio e del distretto del Rubicone che proprio in considerazione delle attività svolte nel corso dell’intero anno, hanno messo a disposizione un pacchetto di risorse da impiegare a favore del lavoro svolto da Obiettivo solidale. Il canile comunale nasce infatti dall’esigenza di offrire alla popolazione canina presente sul territorio, ricovero e assistenza, nonché di contrastare e ridurre il fenomeno del randagismo. Su queste basi abbiamo redatto un progetto che prevede una serie di interventi di ampliamento alla struttura esistente e altri di minima ristrutturazione della stessa, finalizzati agli adeguamenti normativi e miglioramenti funzionali che si rendono necessari”.

Con lo scopo di adeguare la struttura e di renderla ulteriormente funzionale saranno realizzate nuove strutture e box da destinare ai sequestri e alla quarantena, di cui oggi la struttura è priva. A questi si sommeranno altri lavori di ripristino al corpo di fabbrica esistente. Prevista inoltre la realizzazione di un viale alberato parallelo a Via Sorrivoli.

I nuovi box per la quarantena, saranno realizzati con soluzione prefabbricate, provvisti di copertura e cuccia coibentata, dotati di pannellature laterali di separazione per impedire interferenza tra gli animali ospitati. Tutte le nuove recinzioni perimetrali a delimitazione delle aree in ampliamento e delle nuove aree di sgambamento, saranno realizzate con rete metallica a maglia sciolta a forma romboidale e pali in ferro zincati. Le compartimentazioni dei reparti di quarantena e di tutte le ulteriori suddivisioni interne, saranno realizzate, con pannelli in ferro a maglia rigida e tubolari metallici; allo stesso modo saranno realizzate anche le compartimentazioni delle aree di sgamba mento. È inoltre in programma la realizzazione di una struttura in calcestruzzo a un piano sorretta da pilastri verso il fabbricato esistente e di muri di contenimento contro terra dotati di impermeabilizzazione e drenaggio per la raccolta delle acque meteoriche.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Una struttura rinnovata e accogliente", per il canile intercomunale arrivano oltre 56mila euro per i servizi

CesenaToday è in caricamento