rotate-mobile
Lunedì, 5 Dicembre 2022
Animali

Demenza senile nei cani: cos’è, quali sono i sintomi e cosa dice la ricerca

La demenza canina nota anche come disfunzione cognitiva canina è una condizione simile al morbo di Alzheimer. Scopriamo i sintomi e come intervenire

La demenza senile è una condizione che interessa anche i cani di età superiore ai 10 anni.

Definita con il termine di Disfunzione Cognitiva Canina (CCD), tale condizione si manifesta con sintomi come:

  • deficit di memoria
  • lentezza nei movimenti
  • perdita graduale di olfatto, udito e vista.

Scopriamo insieme cosa dice la ricerca e come comportarsi con un pet affetto da demenza.

Disfunzione Cognitiva Canina (CCD): cos’è

La Disfunzione Cognitiva Canina (CCD) è molto simile al morbo di Alzheimer, che colpisce gli esseri umani.

Si tratta della demenza senile canina, che può manifestarsi nei pet anziani di età pari o superiore ai 10 anni.

Secondo uno studio, condotto dai ricercatori dell’Università di Washington, i tassi di demenza canina (CCD) aumentano dal 28% nei cani di 11-12 anni e del 68% nei cani di 15-16 anni.

Inoltre, è stato sottolineato che le cause e le eventuali patologie che portano allo sviluppo di questa condizione debilitante, non sono state ancora del tutto comprese e, soprattutto, studiate.

Sepoltura animali da affezione con padrone: dove è possibile

Demenza senile: lo studio

Il team di ricerca dell’Università di Washington ha esaminato un grande campione di cani iscritti al "Dog Aging Project". Quest’ultimo era uno studio longitudinale sull'invecchiamento degli animali.

In totale sono stati analizzati all’incirca 15.019 cani in un periodo compreso tra il 2019 e il 2020.

Lo studio si è svolto sottoponendo i loro padroni a dei test riguardanti lo stato di salute, l'attività fisica e il comportamento sociale dell'animale.

I dati hanno rivelato che l'1,4% dei cani era affetto da CCD e i pet di età superiore ai dieci anni avevano il 68% in più di probabilità di sviluppare la demenza.

Gli studiosi hanno anche sottolineato che il rischio aumentava ulteriormente per i cani che conducevano uno stile di vita sedentario.

Doc Monkey Ortho Animal: il progetto italiano per gli amici a 4 zampe

Come comportarsi con un pet affetto da CCD

Se il tuo cane ha la demenza canina è importante rivolgersi al veterinario che può individuare il trattamento migliore; inoltre, ti consigliamo di sottoporre a controlli periodici se il pet ha più di 8 anni di età.

Se ha problemi fisici, come l’incontinenza, è bene aumentare il numero delle passeggiate all’aria aperta.

Fondamentale è anche prestare più attenzione all’alimentazione, in modo da ridurre il rischio di obesità dovuto al poco o ridotto movimento dei cani affetti da demenza.

Inoltre, cerca di favorire il riposo e di evitare l’esposizione a rumori forti e improvvisi che potrebbero agitare e spaventare l’animale; evita anche l’isolamento, e prediligi sempre il contatto e l’interazione di Fido con i suoi simili e gli altri membri della famiglia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Demenza senile nei cani: cos’è, quali sono i sintomi e cosa dice la ricerca

CesenaToday è in caricamento