/~shared/avatars/55759444790263/avatar_1.img

Oscar

  • Forlì 1976
  • la vita
Segui Contattami
Oscar

Oscar ha commentato:

" Il problema quest'anno è che i quantitativi di frutta sono moltissimi e i prezzi pagati alla produzzione(contadino) sono bassi, per di più le pigge fanno marcire la frutta alla velocità della luce, quindi il prodotto è pagato ancora meno, tanti contadini non raccolgono più perché non conviene, se il contadino prende 10/15 centesimi al KG ai voglia a pagare la gente e i prodotti per la produzione, 2 € come dici tu sono una miseria ed è vero ma la stessa miseria la percepisce il contadino e non vedo i sindacati a battersi per lui! "
in

Ortofrutta, i sindacati: "Con la crisi il lavoro nero e sottopagato dilaga, bisogna affrontarlo"

mercoledì, 6 agosto 9 commenti

Oscar

Oscar ha commentato:

" E avanti bastoniamo le cattive aziende... non c'è lavoro e quindi cosa facciamo chiamiamo personale a fare che? ma i sindacati anzichè stare a dire stupidaggini farebbero meglio ad addoperarsi per dare una svegliata al governo, le aziende sono in crisi marcia dal 2008 ad oggi ne sono state chiuse una marea, altre chiuderanno e i dipendenti rimarranno senza uno straccio di lavoro! "
in

Ortofrutta, i sindacati: "Con la crisi il lavoro nero e sottopagato dilaga, bisogna affrontarlo"

martedì, 5 agosto 9 commenti

Oscar

Oscar ha commentato:

" Lavoro con la riviera da tantissimi anni e per me l'estate è come il periodo di natale per i negozzi, quest'anno non cè stato inverno i prodotti invernali si sono venduti poco comlice anche la crisi , attendevo con ansia l'arrivo dell' estate per respirare un attimo ed invece sono ancora ad attendere ... speriamo che attendano anche le tasse e le imposte perché il 2014 si sta rivelando un anno disatroso, concordo con Marco viale Dante e Viale Ceccarini sono vuoti ma così è un po per tutta la rivera! "
in

L'estate 2014, giugno e luglio freschi e piovosi? I dati meteo smentiscono

mercoledì, 30 luglio 5 commenti

Oscar

Oscar ha commentato:

" Temo che non sia proprio così... devi calcolare che la frutta prima di arrivare al supermercato o al negozio ha vari passaggi che costano la raccolta/consegna ai vari centri di raccolta pre selelezione /selezione/ invaschettamento o incassettamentto/distribuzione sui mercati e gdo /arrivo al dettaglio il tutto con aggiunta di trasporto che oggi incide per la maggior parte del costo, quando arriva al dettaglio il prezzo è gia molto elevato poi il negozziante nel prezzo che farà al cliente deve aggiungere i normali costi il minimo di guadagno e l'eventuale scarto/invenduto. Purtroppo in italia i prezzi sono elevati per i costi di trasporto e per gli elevati costi dei vari passaggi che comportano tanta lavorazione e qui viene il tasto dolente il costo del lavoro... il prodotto definito a KM 0 in realtà è solo quello che si acquista direttamente dall' agricoltore il resto anche se romagnolo ha una infinità di passaggi che aumentano il costo finale. Una pesca raccolta oggi minimo la compri al supermercato/negozio tra 4/5 giorni a meno che il negozziante non si faccia servire direttamente dal contadino ma anche qui ci sarebbe da aprire un capitolo ,oggi devi acquistare tutto certificato e idoneo alla vendita secondo una infinità di caratteristiche categoria/origine/ calibro per i prodotti IGP poi ulteriori norme ... insomma ecco perchè tutto costa moltissimo. "
in

Disastro pesche, conviene quasi lasciarle marcire sugli alberi. Crisi del lavoro stagionale

martedì, 29 luglio 5 commenti

Oscar

Oscar ha commentato:

" L' azdora va a treviso portandosi gli ingredienti da casa :-)... scherzo ... però mi hai fatto riflettere su una cosa che dice spesso una mia cara amica che dalla romagna si è trasferita in puglia , lei a casa sua la fa ma dice che non le viene uguale, ho sempre pensato fosse nostalgia di Romagna ... ma va a finire che ha ragione e qualcosa incide ,io penso al clima e la dose...però questo è un mio pensiero. "
in

E' ormai una piadina al veleno. "Altro che chioschi, ora la possono fare ovunque nel mondo"

giovedì, 29 maggio 7 commenti

Oscar

Oscar ha commentato:

" Il problema quest'anno è che i quantitativi di frutta sono moltissimi e i prezzi pagati alla produzzione(contadino) sono bassi, per di più le pigge fanno marcire la frutta alla velocità della luce, quindi il prodotto è pagato ancora meno, tanti contadini non raccolgono più perché non conviene, se il contadino prende 10/15 centesimi al KG ai voglia a pagare la gente e i prodotti per la produzione, 2 € come dici tu sono una miseria ed è vero ma la stessa miseria la percepisce il contadino e non vedo i sindacati a battersi per lui! "
in

Ortofrutta, i sindacati: "Con la crisi il lavoro nero e sottopagato dilaga, bisogna affrontarlo"

mercoledì, 6 agosto 9 commenti

Oscar

Oscar ha commentato:

" E avanti bastoniamo le cattive aziende... non c'è lavoro e quindi cosa facciamo chiamiamo personale a fare che? ma i sindacati anzichè stare a dire stupidaggini farebbero meglio ad addoperarsi per dare una svegliata al governo, le aziende sono in crisi marcia dal 2008 ad oggi ne sono state chiuse una marea, altre chiuderanno e i dipendenti rimarranno senza uno straccio di lavoro! "
in

Ortofrutta, i sindacati: "Con la crisi il lavoro nero e sottopagato dilaga, bisogna affrontarlo"

martedì, 5 agosto 9 commenti

Oscar

Oscar ha commentato:

" Lavoro con la riviera da tantissimi anni e per me l'estate è come il periodo di natale per i negozzi, quest'anno non cè stato inverno i prodotti invernali si sono venduti poco comlice anche la crisi , attendevo con ansia l'arrivo dell' estate per respirare un attimo ed invece sono ancora ad attendere ... speriamo che attendano anche le tasse e le imposte perché il 2014 si sta rivelando un anno disatroso, concordo con Marco viale Dante e Viale Ceccarini sono vuoti ma così è un po per tutta la rivera! "
in

L'estate 2014, giugno e luglio freschi e piovosi? I dati meteo smentiscono

mercoledì, 30 luglio 5 commenti

Oscar

Oscar ha commentato:

" Temo che non sia proprio così... devi calcolare che la frutta prima di arrivare al supermercato o al negozio ha vari passaggi che costano la raccolta/consegna ai vari centri di raccolta pre selelezione /selezione/ invaschettamento o incassettamentto/distribuzione sui mercati e gdo /arrivo al dettaglio il tutto con aggiunta di trasporto che oggi incide per la maggior parte del costo, quando arriva al dettaglio il prezzo è gia molto elevato poi il negozziante nel prezzo che farà al cliente deve aggiungere i normali costi il minimo di guadagno e l'eventuale scarto/invenduto. Purtroppo in italia i prezzi sono elevati per i costi di trasporto e per gli elevati costi dei vari passaggi che comportano tanta lavorazione e qui viene il tasto dolente il costo del lavoro... il prodotto definito a KM 0 in realtà è solo quello che si acquista direttamente dall' agricoltore il resto anche se romagnolo ha una infinità di passaggi che aumentano il costo finale. Una pesca raccolta oggi minimo la compri al supermercato/negozio tra 4/5 giorni a meno che il negozziante non si faccia servire direttamente dal contadino ma anche qui ci sarebbe da aprire un capitolo ,oggi devi acquistare tutto certificato e idoneo alla vendita secondo una infinità di caratteristiche categoria/origine/ calibro per i prodotti IGP poi ulteriori norme ... insomma ecco perchè tutto costa moltissimo. "
in

Disastro pesche, conviene quasi lasciarle marcire sugli alberi. Crisi del lavoro stagionale

martedì, 29 luglio 5 commenti