Ultima fatica di regular season per i Tigers. La testa è già ai playoff

Stagione regolare da incorniciare per i Tigers che, al loro primo anno a Cesena, hanno saputo risvegliare nella città malatestiana la passione per la palla a spicchi

Ultima fatica di regular season per gli Amadori Tigers Cesena che muovono verso Padova con la testa già proiettata verso i playoff, al termine di una stagione regolare nella quale la squadra allenata da Giampaolo Di Lorenzo ha primeggiato per lungo tempo. Conquistata infatti la vetta della classifica proprio nel match del 6 gennaio contro Padova, la Amadori ha visto alternarsi al suo fianco prima Faenza, poi Padova ed infine la lanciatissima Orzinuovi, ora matematicamente prima. Un primato, quello di Cesena, lungo ben 13 settimane, con in mezzo il secondo posto in Coppa Italia.

Stagione regolare dunque da incorniciare per i Tigers che, al loro primo anno a Cesena, hanno saputo risvegliare nella città malatestiana la passione per la palla a spicchi. La trasferta di Padova servirà per definire la posizione in griglia playoff, atteso che vincendo gli Amadori Tigers Cesena si garantirebbero la seconda piazza mentre, in caso di sconfitta, arriverebbero terzi se Milano, come prevedibile, staccasse il referto rosa fra le mura amiche contro una vacanziera Olginate. In quest’ultimo caso infatti i meneghini sarebbero premiati dallo scontro diretto nell’arrivo a quota 40 punti insieme a Cesena. Possibile anche un terzetto finale al secondo posto con Milano, Amadori e Faenza. Arrivo che assegnerebbe il terzo posto a Cesena ed il quarto ai manfredi. Obiettivo di un playoff alto dunque comunque raggiunto da Brkic e compagni, che giocheranno il quarto di finale playoff col fattore campo a favore verosimilmente contro San Giorgio su Legnano o Alba. Al di là della griglia playoff, i Tigers salgono a Padova con l’obiettivo di trovare lo slancio giusto per la post season ed una vittoria sarebbe più che corroborante. Vittoria alla quale i padroni di casa però punteranno per cercare di disputare almeno il primo turno playoff col fattore campo a favore.

Per farlo devono sperare anche nella sconfitta di Faenza contro una Bernareggio agguerrita e vogliosa di difendere l’ultima piazza che vale la post season dall’attacco di Vicenza. Vincere dunque e sperare, per la formazione patavina che ancora può puntare al quarto posto. Tante quindi le motivazioni in campo per i veneti che, nella partita di andata, furono letteralmente annichiliti dalla più bella Cesena vista in stagione. I romagnoli portarono infatti quasi 7 uomini in doppia cifra, guidati dai 19 di Andrea Raschi, che valsero l’88 – 71 finale. Da allora però la Virtus Padova si riprese inanellando una serie di ben 8 vittorie consecutive, interrotta solamente di recente con le sconfitte in serie contro Lugo, Crema, San Vendemiano e Bernareggio. Quindi il ritorno alla vittoria, in casa, contro Cremona, prima della nuova sconfitta, domenica scorsa, ad Orzinuovi. Non un grandissimo momento dunque per la formazione di coach Rubini, ma l’enorme potenziale di cui dispone il tecnico patavino con i vari Piazza, De Nicolao, Filippini e Ferrari, costringe la Amadori ad una partita più che mai guardinga. Palla a due alle ore 20:30 di sabato 20 Aprile. Si gioca a Rubano sotto la direzione arbitrale dei signori Picchi di Ferentino (FR) e Barbieri di Roma. Il match sarà trasmesso in diretta sul canale YouTube di LNP.  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel mondo dell'imprenditoria romagnola: si è spento il re degli arredamenti, Mario Gardini

  • Cerca l'incontro consensuale, ma trova all'improvviso la pretesa di soldi per sesso: denunciato estorsore

  • Sospetta overdose, un 41enne trovato senza vita in un casolare di campagna

  • Violento scontro tra l'utilitaria e il camion, una ferita grave sull'E45

  • Passato di mamma in figlia, il negozio chiude dopo 59 anni: "Mi dispiace per le mie clienti"

  • Dall'Olanda a Cesena per amore, dopo il bar in centro tenta il bis con il figlio

Torna su
CesenaToday è in caricamento