Serie D, La Lega cristallizza le classifiche: Savignanese retrocessa e Sammaurese in bilico

Per quanto riguarda le compagini cesenati retrocessione scontata per la Savignanese nel girone D, ultima in classifica. Incerta la situazione della Sammaurese

Il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti, tenutosi  in videoconferenza, ha messo a punto le proposte (votate all’unanimità), che saranno portate al vaglio del prossimo Consiglio Federale, in ordine ai meccanismi di conclusione dei campionati, per la necessaria ratifica.

Per quanto riguarda la Serie D, la Lnd proporrà al massimo organismo federale la cristallizzazione delle classifiche al momento dell’interruzione del campionato, prevedendo in questo modo la promozione delle prime classificate di ciascun girone e la retrocessione delle ultime quattro squadre classificate di ogni raggruppamento. 

Oltre alla promozione delle prime dei nove gironi in Serie C (Lucchese, Pro Sesto, Campodarsego, Mantova, Grosseto, Matelica, Turris,  Bitonto, Palermo) la Lega Nazionale Dilettanti nel Consiglio di venerdì ha certificato anche la retrocessione in Eccellenza delle ultime quattro di ogni girone.

Per quanto riguarda le compagini cesenati retrocessione scontata per la Savignanese nel girone D, ultima in classifica. Si salverebbe per il rotto della cuffia la Sammaurese, quintultima. Curioso però il caso del Crema (che ha un punto in meno) e che retrocedeebbe nonostante una partita da recuperare. Retrocesse anche Alfonsine e Ciliverghe Mezzano.

Contorta la situazione, il Crema ha 25 punti in 24 gare (media 1.042 punti a gara); la Sammaurese ha invece chiuso a 26 punti ma in 25 partite (media 1.040 punti a gara). Se si considerasse la media punti sarebbe quindi la Sammaurese quartultima.

“Abbiamo agito con la massima accortezza e nel rispetto delle linee indicate dal Consiglio Federale in ordine a promozioni e retrocessioni in Serie D - ha commentato il numero uno della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia - consapevoli che non fosse affatto semplice affrontare la situazione tenendo conto delle peculiarità verificatesi. Ritengo sia stato fatto un lavoro scrupoloso, confortato dall’unanimità del voto in Consiglio Direttivo e guidato dal principio del merito sportivo, al quale la LND si è sempre attenuta. Credo ci siano le condizioni, anche nell’ottica della sempre più auspicata riforma del sistema calcistico italiano, di poter successivamente andare a soddisfare le ambizioni di chi avrà i requisiti oggettivi per nutrirle. Ora attendiamo il pronunciamento del massimo organismo della FIGC sulle nostre proposte. Poi finalmente potremo cominciare a pensare alla nuova stagione, con l’augurio di ripartire più forti e decisi di prima”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tragico incidente in bici, è morto dopo due giorni di agonia l'agente di Polizia

  • Tragedia sulla spiaggia di Cesenatico, trovata riversa nell'acqua: muore l'anziana turista

  • Agro-alimentare, il Gruppo Amadori cede Fattoria Apulia: l'operazione 

  • Cesenatico, dalle spiagge libere alle aree polifunzionali: ecco l'ordinanza balneare anti-Covid

  • Fischietti di San Giovanni e mazzetti di lavanda, sarà una festa sobria ma ci sarà

  • Eccesso di movida in centro, un weekend di segnalazioni: "Così perdiamo tutti"

Torna su
CesenaToday è in caricamento