Ravenna-Cesena, Modesto non snobba la Coppa: "Un bilancio? Aspettiamo il giro di boa"

Il mister verso il derby di Coppa italia ma con un occhio al campionato: "Guardare la classifica ora sarebbe deprimente"

Dopo il pareggio pirotecnico 3-3 in casa della Fermana, il Cesena si prepara a tornare in campo. Alle porte (mercoledì ore 20:30) c'è il derby di Coppa Italia con il Ravenna allo stadio Benelli. "Giocare subito - esordisce il tecnico bianconero Modesto - non è un peso, anzi. Il morale della squadra dopo Fermo? I ragazzi sono abbattuti, volevamo vincere, gli altri al primo tiro ci fanno goal".

Tante le reti prese dai bianconeri sugli sviluppi di palle inattive: "Dobbiamo lavorare sulla concentrazione, ma girare sempre il dito nella piaga rischia di essere controproducente, e creare il panico su ogni cross che arriva".

Dopo quattro mesi sulla panchina del Cesena Modesto può tracciare un primo bilancio: "Non è sicuramente positivo dal punto di vista dei risultati, ma aspettiamo il giro di boa per fare una valutazione. Guardare la classifica ora sarebbe deprimente". Poi l'allenatore sottolinea un aspetto: "In un momento delicato abbiamo affrontate con spirito tre trasferte difficili, a Ravenna soprattutto c'è stata una grande reazione".
Il mister non snobba la Coppa Italia: "Quella di Ravenna è una partita importante, vogliamo passare il turno. Giocherà sicuramente tra i pali Marson", ma Modesto non butta la croce addosso ad Agliardi: "Stiamo subendo molti gol ma dobbiamo migliorare tutti".

A Ravenna dovrebbe finire anche la 'punizione' di Valencia: "Ha capito che cosa significa la professionalità, ha grandi potenzialità che ha mostrato solo a sprazzi. Deve allenarsi sempre con la testa giusta e potrà fare grandi cose". La chiusura è su Brunetti: "Perdere la mamma è uan cosa terribile, è un ragazzo timido, non l'ho mai sentito parlare tanto come in questi giorni. Anche se non si è allenato può giocare perché è un ragazzo che se lo merita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pochi metri poi lo schianto, l'ultimo volo di Paolo: la passione smisurata per il deltaplano

  • Lastre di cemento si staccano dal cavalcavia e si forma un buco di un metro e mezzo: E45 chiusa

  • Lo schianto col deltaplano non gli dà scampo: uomo morto sul colpo

  • Incubo per una 11enne: entra in casa e si trova di fronte i ladri

  • Litiga con la madre e tenta il suicidio: 20enne salvato in extremis

  • Migliaia di uccelli sulla città, cinguettio assordante e auto bersagliate dal guano: la spiegazione del fenomeno

Torna su
CesenaToday è in caricamento