Primi mugugni al Manuzzi, Modesto "I tifosi vicini fino all'ultimo secondo, hanno diritto di contestare"

Il mister dopo il ko con la Samb: "I tifosi ci sostengono fino all'ultimo secondo, e hanno diritto di lamentarsi e contestare se le cose non vanno bene"

Modesto a fine gara

"E' stata una gara in bilico, sia noi che loro abbiamo avuto occasioni per fare gol, ma loro sono stati più bravi". Inizia così l'analisi di mister Modesto dopo il ko 3-1 in casa contro la Sambenedettese. "Nel secondo tempo siamo stati più coraggiosi, abbiamo colpito due legni, poi sull'1-3 è stato tutto più difficile. Cosa imputo alla squadra? Dovevamo essere più attenti negli uno contro uno, loro sono una squadra con giocatori forti, spesso sono gli episodi a cambiare le gare".

La cronaca della partita

Dopo la sconfitta con i marchigiani al Manuzzi sono iniziati i primi mugugni: "Meritiamo di più", "Vogliamo 11 leoni" ha cantato la Mare al fischio finale, con la squadra che non si è sottratta al confronto sotto la Curva, raccogliendo lo sfogo degli ultras inferociti. Modesto è categorico: "I tifosi ci sostengono fino all'ultimo secondo, e hanno diritto di lamentarsi e contestare se le cose non vanno bene, ma la squadra ha bisogno di sostegno e di ricominciare a lavorare subito". Tra le note positive della gara Zerbin: "Quando è entrato ha dato la scossa, è stato molto bravo negli uno contro uno, una delle sue qualità è saltare l'uomo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pochi metri poi lo schianto, l'ultimo volo di Paolo: la passione smisurata per il deltaplano

  • Lastre di cemento si staccano dal cavalcavia e si forma un buco di un metro e mezzo: E45 chiusa

  • Lo schianto col deltaplano non gli dà scampo: uomo morto sul colpo

  • Incubo per una 11enne: entra in casa e si trova di fronte i ladri

  • Litiga con la madre e tenta il suicidio: 20enne salvato in extremis

  • Migliaia di uccelli sulla città, cinguettio assordante e auto bersagliate dal guano: la spiegazione del fenomeno

Torna su
CesenaToday è in caricamento