Oggi Pantani avrebbe 50 anni, Il Pirata sempre in copertina. "Vivo nella memoria di tanti"

Il sindaco di Cesenatico: "Chissà cosa avrebbe pensato nel vedere una tappa Cesenatico-Cesenatico, sulle stesse strade che percorreva in allenamento"

Oggi lunedì 13 gennaio 2020 Marco Pantani avrebbe compiuto 50 anni. Il campione di Cesenatico rimane nel cuore degli sportivi romagnoli e non solo. La famiglia con la mamma Tonina in primis, continua a battersi per far emergere una seconda verità, diversa da quello processuale, secondo cui il Pirata sarebbe stato ucciso.

Solo una settimana fa c'è stata l'ultima puntata di un caso infinito: "Marco l'ho conosciuto poco prima che morisse, di certo non mi è sembrato una persona che si voleva uccidere. Marco è stato ucciso. Era perennemente alla ricerca della verità sui fatti di Madonna di Campiglio, ha sempre detto che non si era dopato. Qualcosa stava facendo per arrivare alla verità, questa è però una mia convinzione". Lo ha riferito in Commissione parlamentare antimafia, Fabio Miradossa, il pusher che ha patteggiato una condanna per spaccio nella vicenda legata a Pantani“.

Toccante la lettera della storica ex fidanzata del campione, Christina Jonsson, che dopo anni di silenzio torna a parlare, sul settimanale Sportweek. Ecco uno stralcio: "Senza il tuo esempio, senza averti conosciuto, senza aver sentito il tuo respiro non credo che sarei riuscita a superare il lutto e a rimettermi in sella. Se sono ancora viva è un miracolo perché la voglia di seguirti è stata forte. Molto forte. Ancora oggi salto appena vedo una tua foto. La tua ultima partenza. Ho provato a battermi per la vita, ero a terra come colpita da un fulmine. Ho dovuto fare come mi hai insegnato. Stringo i denti e pedalo. Lo faccio in omaggio a te e a quello che rappresenti per me".

Il ricordo su Facebook del sindaco di Cesenatico Matteo Gozzoli: "Marco Pantani avrebbe compiuto 50 anni. Sportweek ha dedicato al Pirata una splendida copertina realizzata dal writer Tvboy che lo ritrae nell’ultima vittoria al Tour de France nella tappa di Courchevel, quando staccó Armstrong. Il Pirata è vivo, nella memoria di tanti sportivi e appassionati di ciclismo e sopratutto dei suoi concittadini. Chissà cosa avrebbe pensato nel vedere una tappa Cesenatico-Cesenatico, sulle stesse strade che percorreva in allenamento. Grazie Marco!".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paurosa carambola all'incrocio: fa un filotto di schianti, 8 veicoli danneggiati. Si contano 2 feriti gravi

  • Vuole andare alla Festa del Maiale, ma sbaglia strada: fa inversione e finisce nel fosso

  • Tenta di impiccarsi alla ringhiera del balcone, salvato in extremis: grave un giovane

  • "Soffoco", l'infarto lo coglie mentre va al lavoro: salvato dalla Polizia municipale

  • Caos Sanremo, anche da Cesena critiche ad Amadeus: "Prenda le distanze da Junior Cally"

  • La Polizia arresta due fratelli sulla E-45: dovevano scontare una pena di 4 anni di reclusione

Torna su
CesenaToday è in caricamento