L'amarezza di Angelini per la vittoria sfumata: "Non dovevamo prendere quel gol"

Il mister commenta il 2-2 di Teramo contro il Notaresco: "L'amarezza è tanta ma ora pensiamo a battere il Castelfidardo"

In conferenza stampa mister Angelini non nasconde la sua delusione dopo la vittoria sfumata al 92esimo. “L’amarezza è tanta, in quel frangente siamo stati poco lucidi e cattivi. Non doveva succedere di prendere quel gol ma è inutile pensare a quello che non è stato. Adesso abbiamo altre due gare per raggiungere l’obiettivo perché probabilmente dovremo giocarcela fino alla fine ma intanto pensiamo a battere il Castelfidardo e vediamo cosa succede”. Il tecnico bianconero evidenzia anche gli aspetti positivi: “Eravamo stati bravi a trovare il secondo gol in un momento in cui non era facile in quanto la partita era ormai molto spezzettata. In generale è stato positivo aver giocato e creato tanto in gare come queste che di solito si giocano solo sui nervi”.  

La cronaca di Notaresco-Cesena

Poteva essere il giovedì perfetto di Jacopo Fortunato che aveva regalato il vantaggio al Cesena con un gol straordinario: “Adesso però ho in mente solo i due punti che abbiamo perso e che, se difesi, ci avrebbero permesso di festeggiare domenica in casa. In questo momento ci sono poche parole e grande rammarico: abbiamo ancora fatto un’ottima prestazione ma una quadra forte come la nostra non deve concedere il rigore e un gol subito dopo averlo fatto”. Il centrocampista però guarda avanti: “La delusione è normale ma non siamo morti e abbiamo reagito già altre volte in passato. Da lunedì riprendiamo la preparazione verso una vittoria che dev’essere nostra. Ho passato un momento difficile ma mi ritengo una persona equilibrata: non ero un fenomeno prima né uno scarso dopo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo Benassi: "Su quell’ultima azione ci è girata anche male, col pallone che è rimasto lì. Cosa cambia adesso? Nulla, siamo sempre noi davanti ma sapevamo che avremmo dovuto lottare fino alla fine. Adesso recuperiamo le forze e ci prepariamo a dare tutto nelle ultime due partite”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tragico incidente in bici, è morto dopo due giorni di agonia l'agente di Polizia

  • Tragedia sulla spiaggia di Cesenatico, trovata riversa nell'acqua: muore l'anziana turista

  • Cesenatico, dalle spiagge libere alle aree polifunzionali: ecco l'ordinanza balneare anti-Covid

  • Fischietti di San Giovanni e mazzetti di lavanda, sarà una festa sobria ma ci sarà

  • Addio a Tinin Mantegazza, "Cesenatico perde un artista e un creativo incredibile"

  • Coronavirus, un nuovo caso di positività: quelli totali da inizio emergenza sono 783

Torna su
CesenaToday è in caricamento