Il Romagna chiude alla grande l’anno allo Stadio del Rugby di Cesena

Si deciderà dunque tutto all’ultima giornata, che vedrà il Romagna ospite del Florentia per una sfida finale al cardiopalma.

Una vittoria con bonus era quello che serviva al Romagna per restare in corsa per il primo posto e giocarsela nello scontro finale con il Florentia e così è stato: nell’ultima prova dell’anno allo Stadio del Rugby di Cesena, i galletti si impongono sullo Jesi per 43-10, con 7 mete. Nella giornata in cui il capitano Fabio Sgarzi ha raggiunto il traguardo delle 100 presenze, il Romagna si congeda nel migliore dei modi dal pubblico di casa, confermando l’imbattibilità casalinga stagionale e conquistando la vittoria numero 17 di questa straordinaria annata.

Il Romagna deve fare i conti con una partenza arrembante dello Jesi, che al 7’ prova ad affidarsi a un piazzato dalla lunga distanza per sbloccare il risultato, ma senza riuscirci. Prese le misure agli avversari, i galletti partono al contrattacco e all’11’ trovano con Manuzi la meta del vantaggio: da posizione angolata Fiori centra i pali con la trasformazione per il 7-0. I galletti provano ad alzare il ritmo e si portano all’attacco, trovando al 18’ il raddoppio con Fiori, che questa volta dalla piazzola non trova i pali. Lo Jesi non demorde e dopo aver perso l’occasione di trovare i primi punti da calcio di punizione, al 25’ riesce a trovare il varco giusto per andare in meta, con Ramazzotti.

Il Romagna si fa trovare pronto e riprende l’iniziativa, attaccando con una buona intensità fino a trovare al 36’ la terza meta della giornata, con Manuzi. Facendo valere la superiorità della propria mischia, in chiusura del parziale arriva anche la marcatura del bonus, con una azione di mischia che Maroncelli conclude in meta. Il calcio di trasformazione di Fiori questa volta trova i pali e chiude il parziale sul 24-5.

La ripresa si apre con uno Jesi particolarmente aggressivo, ma il Romagna è attento a non perdere la concentrazione: al 15’ arriva lo spunto giusto per sbloccare la situazione di stallo, con Di Franco che intercetta un pallone a metà campo e può lanciarsi verso la meta, di nuovo trasformata da Fiori.

Il Romagna prende il largo con un’altra meta, al 23’, segnata da Pirini, ma lo Jesi dimostra di non mollare e con Pierpaoli si assicura la seconda marcatura della giornata. Il finale è segnato da una fitta pioggia, che non ferma il Romagna, di nuovo in meta con Pirini. Il calcio di trasformazione di Fiori consegna ai galletti altri due punti, che sigillano il risultato sul 43-10. Con questa bella prova il Romagna resta incollato al Florentia, che a sua volta ha centrato vittoria e bonus a Livorno, così come il Civitavecchia. Si deciderà dunque tutto all’ultima giornata, che vedrà il Romagna ospite del Florentia per una sfida finale al cardiopalma.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere in avanzata decomposizione ritrovato in una scarpata stradale

  • Vaga seminuda per strada in stato confusionale, la Polizia Locale risolve il 'mistero'

  • Rientra a casa e trova il rapinatore col coltello: "Io e te andiamo a prelevare". Lo salva il vigilante

  • La 17enne cesenate Alessandra Rumieri è la nuova "Miss Mondo Rally"

  • Fresca di corona Miss Patacca Vigliacca si racconta, "La vera fascia romagnola". Garantisce Betobahia

  • Batticuore Cesena, si fa rimontare 2 gol dalla Triestina: poi Sarao fa esplodere il Manuzzi

Torna su
CesenaToday è in caricamento