I Tigers conquistano a Faenza un derby carico di tensione agonistica

Il punteggio basso rispecchia esattamente quanto visto sul parquet manfredo, con le difese a prevalere nettamente su attacchi imbrigliati

Le Tigri volano, là dove osano le aquile. Al termine di un derby vero, sentito e ricco di tensione agonistica, i Tigers Cesena espugnano il PalaCattatni, battono la Rekico prima in classifica, e la raggiungono al primo posto con il vantaggio nello scontro diretto. Il punteggio basso rispecchia esattamente quanto visto sul parquet manfredo, con le difese a prevalere nettamente su attacchi imbrigliati nella tipica tensione che solamente i derby possono far provare ai protagonisti in campo. 

Cesena parte subito benissimo strappando in avvio di match con punti in successione colti dal pitturato. Tutto mentre Chiappelli collezione un’infinità di rimbalzi che i compagni sprecano tirando dall’arco come se non ci fosse un domani, ma con le polveri bagnatissime. 
Dal secondo quarto in avanti la partita si blocca, si segna pochissimo da una parte e dall’altra così, se da un lato Cesena non riesce a chiudere il match, dall’altra Faenza non trova modo di avvicinarsi agli avversari. La reazione convinta dei padroni di casa si ha nel terzo quarto, ma Cesena sembra quasi giocare come il gatto con il topo e quando Faenza riesce a trovare con Venucci e Gay gli spunti migliori, i Tigers rispondono.

La svolta nell’ultimo quarto. Prima Papa da sotto e poi Battisti e De Fabritiis dall’arco distanziano Faenza che con Venucci , 1 su 2 ai liberi, e Gay, dai 6,75, portano Faenza sotto, 50-53, appena svoltata la metà del quarto, dopo la bomba di Francesco Papa. Ancora Papa da sotto e De Fabritiis dall’arco spostano il vantaggio esterno sul +5 e a 1’50’’ De Fabritiis inchioda la tripla del 50-58. Due super difese dei Tigers, una stoppata e un recupero, rubano secondi preziosi a Faenza, che prova un ultimo sussulto con Fumagalli che dai 6.75 segna il 53-58. A 15’’ uno sfondo vale il quinto fallo di Papa, ma a 11” la recuperata di Cesena sancisce la sconfitta per Faenza, ribadita, a fil di sirena, dalla bomba del capitano, David Brkic, che fissa il definitivo 53-61.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La notte trasgressiva a tre col transessuale finisce a sassate: nei guai coppia di fidanzati

  • Vinse 500mila euro al gratta e vinci, ora apre un'osteria "come quelle di una volta"

  • Operazione incredibile al "Bufalini": musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

  • Savio in piena, frane in collina ed allagamenti in riviera: il maltempo fa paura

  • La colpisce con lo specchietto mentre cammina sul ciglio della via Emilia: anziana ferita

  • Scirocco e alta marea a Cesenatico, gli stabilimenti spariscono. "Acqua in strada a Valverde"

Torna su
CesenaToday è in caricamento