Fallimento del 'vecchio' Cesena, beni all'asta: ad aggiudicarseli è il Comune

Il prezzo di aggiudicazione, non essendo state presentate altre offerte oltre a quella del Comune di Cesena, ha coinciso con l’importo a base d’asta di 26.226 euro più Iva, per un totale di 31.995,72 euro

Il Comune di Cesena, partecipando alla relativa procedura di vendita, si è aggiudicato giovedì l’acquisto dei beni mobili di proprietà della società A.C. Cesena presenti nello stadio Comunale “Dino Manuzzi” e nell’impianto sportivo di Villa Silvia. Il prezzo di aggiudicazione, non essendo state presentate altre offerte oltre a quella del Comune di Cesena, ha coinciso con l’importo a base d’asta di 26.226 euro più Iva, per un totale di 31.995,72 euro. Da questa somma andranno però decurtati 6.100 euro (5.000 euro più Iva), in virtù del contratto di locazione sottoscritto dall'amministrazione comunale con la curatela fallimentare in data 14.09.2018 che prevedeva che, qualora l'ente di Palazzo Albornoz fosse risultato aggiudicatario di tali beni mobili, un importo pari al 25% del corrispettivo previsto per il godimento di tali beni – che era di 24.400 euro (20.000 euro più Iva) – dovesse essere decurtato dal relativo prezzo di aggiudicazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una passione grande per il Cesena, Savignano piange il suo barista: "Un tifoso vero"

  • Sospetta overdose, un 41enne trovato senza vita in un casolare di campagna

  • Cerca l'incontro consensuale, ma trova all'improvviso la pretesa di soldi per sesso: denunciato estorsore

  • Violento scontro tra l'utilitaria e il camion, una ferita grave sull'E45

  • Autoerotismo in giro per la città: 15enne nei guai, diverse donne spaventate

  • Schianto tra due auto in galleria nel cantiere in E45: un ferito grave

Torna su
CesenaToday è in caricamento