Rigore ed espulsione non bastano, Butic illude il Cesena: a Rimini pari e rimpianti

Butic illude il Cesena, raggiunto da Arlotti, complice la solita incertezza difensiva. I bianconeri non sfruttano oltre 60 minuti con l'uomo in più

Un rigore di Butic e oltre 60 minuti in 11 contro 10, non bastano al Cesena per battere il Rimini. Dopo il gol del croato i bianconeri si fanno raggiungere da Arlotti, complice la solita amnesia difensiva. Nel secondo tempo Cavalluccio incapace di creare occasioni da rete nonostante la superiorità numerica. Un derby dei rimpianti quello del "Romeo Neri", condizionato anche da un terreno di gioco pessimo.

Dopo tanta attesa è finalmente tempo di derby, la Romagna calcistica risponde presente con 5mila spettatori sugli spalti del "Romeo Neri". Gran colpo d'occhio in Curva Ovest, presa d'assalto da circa 1300 tifosi del Cavalluccio. Imponenti le misure di sicurezza all'interno e all'esterno dell'impianto riminese, con 200 uomini delle forze dell'ordine a presidiare la situazione. Come annunciato alla vigilia Modesto rafforza il centrocampo, schierando i bianconeri con un 3-5-2: chiavi della metà campo a Rosaia-De Feudis-Franco con Zerbin esterno e Butic e Borello in attacco. Modulo molto simile per il Rimini di Cioffi con Arlotti che appoggia Girardi in un 3-5-1-1. 

La cronaca

I primi dieci minuti scorrono via senza particolari sussulti, si stuzzicano le due curve, vince nettamente a livello di decibel quella bianconera. Al 20esimo la prima emozione, cross dalla sinistra per Borello che stacca di testa, Scotti è attento e respinge. La prima chance della partita è bianconera. Il Cavalluccio colleziona corner a ripetizione, non sfruttati al meglio. Al 27esimo l'episodio che può cambiare il match: Scappi trattiene vistosamente Giraudo in area, è rigore più espulsione. Sulla palla va Karlo Butic, l'ariete croato è glaciale e fredda Scotti facendo esplodere la Curva Ovest, il Cesena è in vantaggio. Al 37esimo cross tagliato di Borello, la palla attraversa pericolosamente tutta l'area di rigore, deviata da un difensore del Rimini. Sul corner seguente la palla arriva a Beppe De Feudis che ci prova al volo, il diagonale sfila a lato non di molto. Al 39esimo il Rimini pareggia, solita amnesia della retroguardia bianconera, la palla arriva ad Arlotti che in diagonale batte Agliardi, riprende vita la tifoseria biancorossa. Si va al riposo con un 1-1 che lascia l'amaro in bocca al Cavalluccio, il Rimini ha segnato nell'unica occasione in cui si affacciato dalle parti di Agliardi.

Modesto: "I fischi dei tifosi? Ingiusti"

All'ottavo minuto della ripresa Cesena pericoloso, Franco imbecca Zerbin in area riminese, tiro cross deviato con la palla che finisce ancora a Franco, il suo destro a giro sorvola di poco la traversa. Tanti errori tecnici spesso causati dal terreno di gioco, assolutamente non all'altezza di una terza serie. Il Rimini è arroccato ma in modo organizzato nella propria metà campo, i bianconeri non riescono a sfruttare l'uomo in più. Al 23esimo Girardi mette i brividi: il suo sinistro è controllato in due tempi da Agliardi. Modesto aspetta la mezzora per giocarsi tre cambi: dentro Valencia, Valeri e Sarao per Rosaia, Butic e Giraudo. Al 38esim punizione dal limite per il Cesena: sulla palla va Juan Manuel Valencia, buona la conclusione ma Scotti respinge. Al 41esimo il Rimini in dieci si rende anche pericoloso, il cross dalla sinistra di Silvestro mette i brividi ma si spegna a lato. Modesto si gioca la carta Capellini per Zerbin per provare a svegliare il Cavalluccio. Al 44esimo Ventola stacca di testa tutto solo in area bianconera, per fortuna la palla finisce fuori di pochissimo alla sinistra di Agliardi. I quattro minuti di recupero scorrono via senza sussulti: il derby finisce 1-1 con le firme di Butic e Arlotti. La squadra chiude sotto la Curva Ovest, ma dai tifosi bianconeri arrivano sonori fischi.

Cioffi: "Rimini col sangue agli occhi"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pochi metri poi lo schianto, l'ultimo volo di Paolo: la passione smisurata per il deltaplano

  • Lastre di cemento si staccano dal cavalcavia e si forma un buco di un metro e mezzo: E45 chiusa

  • Lo schianto col deltaplano non gli dà scampo: uomo morto sul colpo

  • Incubo per una 11enne: entra in casa e si trova di fronte i ladri

  • Litiga con la madre e tenta il suicidio: 20enne salvato in extremis

  • Migliaia di uccelli sulla città, cinguettio assordante e auto bersagliate dal guano: la spiegazione del fenomeno

Torna su
CesenaToday è in caricamento