Lotta contro il cancro, il professore "torna a scuola": gli studenti del Righi incontrano Amadori

Il presidente dell'Istituto oncologico romagnolo ha incontrato quattro classi del liceo cesenate. Tra i temi trattati il rapporto tra medico e paziente

Il Presidente dell'Istituto oncologico romagnolo e Direttore Scientifico IRST IRCCS, Dino Amadori, è “tornato a scuola”. L’occasione è stata l’incontro con i ragazzi del Liceo Scientifico Righi. Quattro classi delle superiori hanno avuto l’opportunità di chiacchierare con il più noto oncologo della Romagna dopo averne letto l’autobiografia professionale, dal titolo “Anima e Coraggio: La mia vita contro il cancro”. 

I ragazzi si sono confermati interlocutori attenti, esigenti, sensibili: tra le domande più interessanti di una mattinata ricca di spunti e riflessioni quella riguardante i rimpianti dell’autore, per sapere se una carriera tanto piena di soddisfazioni quanto impegnativa perché volta ad una missione complicata possieda come controindicazione vedersi sottrarre tempo prezioso da dedicare a passioni ed affetti.  

 Amadori si è prestato molto volentieri alle curiosità degli studenti, parlando diffusamente anche del rapporto tra medico e paziente e dispensando consigli utili per il futuro degli adolescenti. "Questi per voi, com’è giusto che sia, sono gli anni della gioia e dei divertimenti – ha spiegato – ma è anche un periodo cruciale della vostra vita, perché attraverso l’impegno e lo studio potete imparare delle nozioni che vi serviranno per tanto tempo ancora. Dovete far tesoro delle lezioni che impartiscono i vostri professori: pensate a loro come a dei giganti, sulle cui spalle salire per vedere più lontano ed osservare l’orizzonte. Ricordo in particolare gli insegnamenti del mio professore di Latino e Greco: Sesto Prete, per me fu un autentico maestro di vita. Ho avuto l’occasione di incontrarlo nuovamente molti anni dopo, io nel mio ruolo di oncologo e lui in quello di paziente".

Martedì Amadori incontrerà anche gli studenti del Liceo Scientifico “A. Oriani” di Ravenna, nell’ambito di un progetto ministeriale riguardante un approfondimento sulle attività biomediche al fine di fornire ai ragazzi una informazione utile per le loro scelte di vita.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paurosa carambola all'incrocio: fa un filotto di schianti, 8 veicoli danneggiati. Si contano 2 feriti gravi

  • Tenta di impiccarsi alla ringhiera del balcone, salvato in extremis: grave un giovane

  • Elezioni regionali, le diretta di CesenaToday: tutti i dati dallo spoglio

  • Non si ferma all'alt della Municipale, poi bloccato dai Carabinieri. Va dal giudice che gli dà torto

  • La partita dei comuni finisce 9 a 6 per Borgonzoni: Appennino e costa votano a destra

  • Una canzone 'irreligiosa', i ragazzi della parrocchia: "Offese gratuite al mondo cattolico"

Torna su
CesenaToday è in caricamento