Bagno, ultimo giorno di scuola al campo sportivo. Il sindaco saluta gli studenti: "Una giornata emozionante"

A parlare è il sindaco di Bagno di Romagna, Marco Baccini, che saluta così gli studenti nell'ultimo giorno di scuola. In un difficile e, per tanti motivi, indimenticabile anno scolastico per tutti. Docenti, studenti e famiglie.

"E' stata una mattinata emozionante ed entusiasmante quella trascorsa sabato mattina al Campo Sportivo "Paolo Campodoni" di San Piero insieme a tutti i nostri studenti delle classi terminali dei cicli scolastici del nostro Comune, ai loro insegnanti e professori ed ai loro genitori, alla presenza dei rappresentanti dell'Associazione di Protezione civile Alto Savio, della Sampierana Calcio e della nostra Polizia Municipale. Nella situazione particolare che stiamo vivendo, caratterizzata dal divieto di assembramento, dall'obbligo del distanziamento sociale e dell'uso della mascherina ove il primo non sia possibile, abbiamo ritenuto che fosse doveroso porgere almeno un saluto agli studenti delle classi terminali, per accompagnarli nel passaggio di scuola e di vita che stanno affrontando"

A parlare è il sindaco di Bagno di Romagna, Marco Baccini, che saluta così gli studenti nell'ultimo giorno di scuola. In un difficile e, per tanti motivi, indimenticabile anno scolastico per tutti. Docenti, studenti e famiglie.

"Con questo spirito, abbiamo incontrato - scaglionati - i bambini delle Scuole Materne Carlo Collodi di Bagno, Don Giulio Facibeni di San Piero e dell'Asilo delle Grazie. Poi è stato il turno degli studenti delle classi 5^ della Scuola Elementare, delle classi 3^ della Scuola Media e delle classi 5^ della sezione di Bagno del Liceo Scientifico "A. Righi".  Quello che abbiamo voluto riconoscere ai nostri studenti insieme ai loro insegnanti e professori è soprattutto un gesto di affetto della nostra Comunità nei confronti dei nostri giovani concittadini che, con questo passaggio da una scuola ad un'altra, crescono e maturano e diventano piano piano protagonisti della vita di comunità. Ci sono momenti che segnano le tappe della vita di ciascuno di noi, di persone e cittadini prima ancora che di studenti. Ed il passaggio da una scuola ad un'altra è uno di questi. E' un momento che segna la storia di una persona, che ne scandisce la maturazione e la crescita, che chiude un capitolo e ne apre uno nuovo. Cristallizza esperienze, rapporti personali, ricordi, momenti di sconforto ed emozioni. E come ogni momento cruciale della vita deve essere celebrato nell'attenzione e nella vicinanza della Comunità che ne fa da contesto. In questi momenti sta a noi grandi dimostrare di essere all'altezza della situazione, riconoscendo significato al momento, con l'assunzione di quella responsabilità e fiducia dalle quali non ci si può esentare" dice Baccini.

"Oltre che un gesto di affetto, infatti, è un riconoscimento doveroso di fiducia. La fiducia e la speranza che la Comunità ripone sulle giovani generazioni. Tra loro matureranno lavoratori, imprenditori, professionisti, insegnanti, nuove classi dirigenti, Sindaci e Assessori, volontari. Saranno loro che un domani neanche troppo lontano dovranno dimostrare la stessa responsabilità e fiducia verso le nuove generazioni e verso quelle più anziane, in quella catena continua che lega il destino di una Comunità, in cui i valori di una generazione determinano la maturazione dell'altra, in cui l'impegno di una generazione si trasforma nel progresso futuro, costruendo un destino collettivo che non può che essere frutto dei tanti destini individuali" ha detto il primo cittadino di Bagno. 

"Ed in questo cammino di generazioni concatenate le difficoltà che abbiamo affrontato in questa emergenza hanno reso unico questo anno scolastico, come l'anno che ci ha insegnato - più di altri - quali sono i valori più importanti che danno significato alla vita. I rapporti di contatto umano, la vicinanza della famiglia, la coscienza civile di essere parte di una Comunità unita, la solidarietà verso chi si trova in difficoltà, l’essere responsabili l’uno dell’altro, l’importanza della salute, dell’istruzione, della libertà. Sono questi gli unici e veri valori infatti sui quali possiamo costruire il nostro futuro di persone e di comunità. E l’adesione a questi valori è tanto più importante nei momenti difficili come quello che stiamo vivendo, che ci proietta verso un futuro incerto e pieno di incognite. Li possiamo ricordare come le materie di questo anno scolastico. Rifletteteci ragazzi e ragazze e cercateli di farli Vostri. In questo modo, quello appena concluso potrà diventare per tutti noi uno dei più importanti anni scolastici della nostra vita e della nostra storia. Con questo auspicio, Vi salutiamo con tanto affetto e pieni di speranza per il Vostro futuro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Un ringraziamento altrettanto doveroso - conclude il primo cittadino di Bagno di Romagna - voglio rivolgerlo a tutti i genitori, agli insegnanti e professori che hanno saputo dimostrare quell'attenzione e quell'affetto che ci ha reso oggi più forti e solidi.  Grazie anche ai volontari dell'Associazione di Protezione civile Alto Savio e della Sampierana Calcio,che ci hanno accolto con tanto entusiasmo e emozione. Alla polizia Municipale per la presenza e la collaborazione. A nome di tutti saluto i nostri studenti. Bravi, riponiamo in Voi le nostre più alte aspettative! In bocca al lupo!"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio temporali tra sabato e domenica, l'allerta meteo della Protezione civile

  • Paura in A14, un camion si ribalta sul fianco della carreggiata: perde la vita un cavallo

  • Paura in autostrada, il camion Hera prende fuoco: l'autista si rifugia nella corsia d'emergenza

  • Ancora un incidente, scontro frontale all'incrocio: il centauro finisce all'ospedale

  • Borghese avvistato in riviera, per il suo programma "4 ristoranti" spunta un locale di Cesenatico

  • Paura al Porto canale, scivola accidentalmente in acqua: soccorso dalla Polizia

Torna su
CesenaToday è in caricamento