A Bagno si fa scuola di cittadinanza: lezione sull’Unione Europea e sulla Costituzione del sindaco

Il Sindaco si è recato nelle classi dove ha incontrato gli studenti di una classe terza e seconda, con i quali ha tenuto una lezione sull’art. 3 della Costituzione e sull’Unione Europea alla presenza delle professoresse Daniela Corzani e Paola Del Testa.

Il percorso di “cittadinanza attiva” avviato dal Sindaco di Bagno di Romagna con le classi della Scuola Media dell’Istituto Comprensivo Manara Valgimigli si è impreziosito con un altro incontro tenuto giovedì scorso.

Il Sindaco si è recato nelle classi ove ha incontrato gli studenti di una classe terza e seconda, con i quali ha tenuto una lezione sull’art. 3 della Costituzione e sull’Unione Europea alla presenza delle professoresse Daniela Corzani e Paola Del Testa.

“Insieme alle ragazze ed ai ragazzi abbiamo affrontato il tema dell’uguaglianza sancito dall’art. 3 della nostra Carta Costituzionale e del ruolo dell’Unione Europea, cercando di dare dimostrazione concreta di come entrambi questi temi interessino la vita quotidiana di tutti i cittadini , anche di quelli delle Comunità più piccole”.

“Parlare di uguaglianza tra le persone, di come non esistono razze o distinzioni, ma piuttosto di come tutti gli esseri umani hanno pari dignità e cercare di spiegare il ruolo degli Enti, a partire dall’Unione Europea sino ai Comuni, nell’intervenire a garanzia della rimozione degli ostacoli all’uguaglianza – spiega il Sindaco – è stato molto bello e entusiasmante”.

“La cosa più significativa – ha commentato Marco Baccini – è stato vedere l’interesse vivo e l’attenzione di tutti gli studenti verso questi temi, che per i più giovani posso sembrare troppo teorici e distanti dalla realtà”.

“L’educazione civica ed la crescita del “cittadino consapevole” presso gli studenti sono temi che ritengo fondamentali, per i quali ho avviato insieme ai Professori un percorso di ascolto e incontro con gli studenti, tenendo periodicamente lezioni frontali. Lo scorso anno alcune classi hanno anche partecipato ad una seduta di Consiglio e Giunta Comunale”.

“Non c’è dubbio che il miglior ambiente nel quale poter formare i buoni cittadini, rispettosi delle istituzioni e delle regole basilari di convivenza sia la Scuola e, con questa convinzione, abbiamo anche aderito nel 2018 alla raccolta firme per la presentazione di una Legge Popolare che introduce nelle scuole di ogni ordine e grado  l’ora di educazione alla cittadinanza”, spiega il Sindaco.

“E’ un’esperienza che arricchisce ad ogni occasione anche i più adulti, che comunque possono conoscere la visuale che i più giovani cittadini hanno sul mondo e sulla propria Comunità”.

“Devo dire che la parte più importante in questo percorso è comunque merito dei Professori e delle Professoresse della nostra Scuola Media, che sono sempre attenti nell’affrontare percorsi di educazione civica con i propri studenti, dimostrando che la Scuola non è solo il luogo ove si insegna un programma didattico, ma anche il luogo ove si formano i giovani alla vita”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel mondo dell'imprenditoria romagnola: si è spento il re degli arredamenti, Mario Gardini

  • Dall'Olanda a Cesena per amore, dopo il bar in centro tenta il bis con il figlio

  • La stradina di campagna è stretta, il camion resta 'incagliato': arriva la Polizia Locale

  • Trasporto pubblico locale, sciopero di 24 ore del personale di Start Romagna

  • Scomparsa nel nulla nel 2000, pena confermata in Appello: 20 anni all'ex marito

  • Rapina in un supermercato di Cesena: armato di un cutter obbliga la cassiera a consegnare l'incasso

Torna su
CesenaToday è in caricamento