Gli restano poche settimane di vita: anche Forlì e Cesena si mobilitano per il piccolo Alessandro

Dopo gli accorati appelli sui social, in tante città si sono formate lunghe code davanti ai centri trasfusionali. Ma, al momento, non si è ancora trovato un donatore compatibile

Anche Forlì e Cesena si mobilitano per Alessandro Maria Montresor, un bimbo affetto da una malattia genetica rarissima che lo priva della perforina, la proteina che fa in modo che il sistema immunitario identifichi e combatta virus e batteri. La malattia lascia poche speranze di vita senza un trapianto. L'unica possibilità per il piccolo - che con i suoi genitori italiani vive a Londra - è trovare qualcuno che possa donargli il midollo osseo. Attualmente, Alessandro è ricoverato a Londra dove è sottoposto a una terapia sperimentale. Dopo gli accorati appelli sui social, in tante città si sono formate lunghe code davanti ai centri trasfusionali. Ma, al momento, non si è ancora trovato un donatore compatibile.

La storia di Alessandro

Alessandro ha un anno e mezzo. E' nato prematuro a 30 settimane e ha una grave malattia genetica che colpisce appena lo 0,002% della popolazione. Ha bisogno di un trapianto di midollo osseo con un donatore compatibile in tempi brevissimi e l'appello lanciato dai genitori sta già facendo il giro del web e non solo. Proprio per riuscire a trovare un donatore compatibile con il piccolo che, questo fine settimana, l'Admo aprirà le sue porte per effettuare le analisi necessarie a trovare un donatore di midollo osseo. È necessaria solamente l’analisi di una piccola goccia di sangue o di saliva per ricavare il Profilo Donatore ed essere aggiunti al Registro che può salvare la vita a tante persone come Alessandro.

L'appello dell'Admo Emilia Romagna

Il commovente appello dei genitori di Alessandro è stato raccolto da tantissimi che in questi giorni si stanno mobilitando per donare una speranza di vita a questo piccolo di solo un anno e mezzo. Admo Emilia Romagna ricorda di essere "al fianco di questa e di tutte le famiglie dei pazienti che attendono speranzose il gesto di uno sconosciuto per poter sconfiggere la malattia. Ogni anno, solo in Italia, circa 1800 persone, di cui metà bambini, vengono colpite da una malattia del sangue e inizia la lunga battaglia per sconfiggerla. Il trapianto di midollo osseo offre una concreta possibilità di guarigione e, per alcune di queste, risulta essere l’unica cura possibile.  Tale trapianto può essere effettuato solo se si trova una persona compatibile con il paziente e disponibile alla donazione delle cellule staminali emopoietiche. Purtroppo la compatibilità genetica è molto rara (1 su 100.000) ed è quindi estremamente difficile trovare tale corrispondenza".

Per diventare potenziale donatore di midollo osseo bisogna avere alcuni requisiti: un’età compresa tra i 18 e 35 anni, un peso superiore ai 50 chili e godere di buona salute. L’iscrizione al Registro Italiano Donatori Midollo Osseo può essere effettuata tramite un semplice prelievo di sangue presso i Centri Donatori autorizzati o tramite un semplice prelievo salivare nelle manifestazioni organizzate da Admo. La disponibilità dei ragazzi e ragazzi si traduce, grazie ad Admo, in una azione concreta d’iscrizione al Registro Italiano Donatori Midollo Osseo come potenziali donatori per Alessandro, ma anche per Sofia, Anna, Luca e per tutti coloro che sono in attesa. "Le 31 donazioni effettive già fatte in Emilia Romagna nel 2018 sono un importante traguardo, ma non sufficiente per raggiungere l’obiettivo - viene evidenziato - e cioè far sì che ogni paziente in attesa di trapianto possa trovare un donatore compatibile ed avere una nuova speranza di vita".

Proprio per questo Admo Emilia Romagna, impegnata ogni giorno in rete con le autorità competenti e la strutture sanitarie regionali ha deciso di organizzare una serie di incontri sul territorio aperti alla cittadinanza durante i quali verranno forniti agli interessati tutte le informazioni necessarie e, grazie al personale sanitario associativo formato e autorizzato, iscrivere al Registro Italiano Donatori Midollo Osseo tramite un semplice prelievo di saliva. Admo sarà a Cesena, in Via Serraglio 18, nella sede Assiprov (Centro Servizi per il Volontariato) venerdì dalle 16 alle 20. Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi ad Admo Forlì-Cesena, telefono 392-1197476; email forli@admoemiliaromagna.it e web www.admoemiliaromagna.it.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Neonata morta in culla: il caso giudiziario è chiuso, ma si indaga per studiare la terribile Sids

  • Cronaca

    L'incubo della morte in culla, il pediatra: "Ci sono bimbi più a rischio. E' importante una precauzione"

  • Cronaca

    Si accoltella al petto in casa, trovato sanguinante dalla donna delle pulizie

  • Cronaca

    E45, studenti verso la normalità. Baccini: "Pronti i pulmini che rispettano i limiti della Procura"

I più letti della settimana

  • Dramma per una bimba in un "baby parking": muore ad appena 6 mesi

  • Bimba di sei mesi muore al "baby parking": l'ombra della morte in culla

  • Dopo giorni di ricerche la svolta, trovato nel Savio il cadavere della donna

  • In carrozzina dall'età di 17 anni: "E' rimasto solo e rischia di essere buttato fuori di casa"

  • Cesenatico piange Livio Senni, decano dei ristoratori. Fissati i funerali

  • Sabbia rovente anche d'inverno, coppia fa sesso in spiaggia in pieno giorno. E il video spopola sui social

Torna su
CesenaToday è in caricamento