Vicini: "Sono più che orgoglioso della nostra sanità, di chi ci lavora, di chi l’ha resa grande"

"Facciamo un passo avanti: una critica costruttiva e non preconcettualmente distruttiva, può portare buoni frutti. Le polemiche politiche le lasciamo ai partiti tradizionali"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

"Qualcuno mi chiede dove fossi in questi anni. Volete sapere dov’ero? Con entusiasmo accanto alle persone che avevano bisogno di me, accanto ai miei collaboratori, accanto agli infermieri, alle migliaia di persone che lavorano per la nostra sanità e che non hanno tempo da perdere con le polemiche strumentali dei professionisti della politica, bravissimi a polemizzare, ma assai meno a realizzare. In quarant'anni di esperienza nel mondo della sanità, ho seguito e spesso operato decine di migliaia di persone, cercando di ascoltarle e sostenerle, oltre che di curarle. Ho conosciuto anche la parte del cosiddetto "governo clinico" e ho sempre partecipato attivamente alla discussione decisionale del mondo ospedaliero, con una costante opera dialettica di analisi e di critica costruttiva interna, esponendomi in prima persona tutte le volte che le decisioni o le situazioni non andassero -a mio parere- nell'interesse dei pazienti e degli operatori sanitari e se necessario ho contestato apertamente e a viso aperto l'operato della Direzione.

Sono più che orgoglioso della nostra sanità, di chi ci lavora, di chi l’ha resa grande. Trovo quindi che sia inaccettabile "sparare nel mucchio". Ma credo anche fermamente che in un sistema efficiente e democratico la possibilità di critica costruttiva interna sia un valore da perseguire, nell'interesse del costante miglioramento. Anche i Segretari ed i nomi dei Partiti cambiano... anche questa è discontinuità, immagino promossa per migliorare, non per delegittimare il passato. Per questo auspico un livello manageriale aziendale sempre migliore, nell'interesse del sistema. Facciamo un passo avanti: una critica costruttiva e non preconcettualmente distruttiva, può portare buoni frutti. Le polemiche politiche le lasciamo ai partiti tradizionali".

Claudio Vicini, candidato lista civica per Bonaccini

Torna su
CesenaToday è in caricamento