Verso il 2019, le grandi manovre di Forza Italia: Bartolini nominato "Commissario provinciale"

Ad affidargli l'incarico è stato Galeazzo Bignami, nuovo responsabile regionale del partito berlusconiano

L'ex consigliere regionale Luca Bartolini è stato nominato "Commissario provinciale" di Forza Italia della provincia di Forlì-Cesena. Ad affidargli l'incarico è stato Galeazzo Bignami, nuovo responsabile regionale del partito berlusconiano. "Ringrazio anche Anna Maria Bernini, capogruppo al Senato, per il sostegno che non ci ha mai fatto mancare - afferma Bartolini -. Negli ultimi 5 anni, tranne poche eccezioni, il nostro territorio politicamente è stato praticamente abbandonato e quindi mi è stato chiesto di dare un contributo per ricostruire in pochi mesi una classe dirigente locale capace di affrontare la prossima stagione congressuale ma soprattutto di affrontare le prossime elezioni comunali, previste a maggio, che riguarderanno ben 20 comuni su 30, compresi i due comuni capoluogo".

"Non so se riuscirò nell’impresa - afferma Bartolini -, ma una cosa è certa: metterò a disposizione tutta la mia passione, tutto il mio impegno nonchè tutta la mia esperienza pluridecennale, avendo fatto il consigliere comunale e l’assessore per 5 anni, il consigliere provinciale per 19 anni ed il Consigliere regionale per altri 10 anni. Metto a servizio, con umiltà, la mia dedizione al territorio provinciale, che ben conosco in tutti i 30 comuni. Ed è proprio dai miei contatti ramificati su tutti i comuni che ripartiremo, cercando gente motivata da passione e voglia di offrire un cambiamento utile quanto necessario, soprattutto nel nostro territorio governato da sempre dalla sinistra".

"Come prima cosa prenderò contatto con le segreterie dei partiti della coalizione di centro destra a partire dalla Lega, perchè solo uniti si potrà ottenere il risultato storico di mandare a casa il Pd in tutti i Comuni e, sempre il prossimo anno, anche dalla Regione Emilia-Romagna - attacca Bartolini -. Le ultime elezioni politiche che hanno visto eleggere nei nostri territori non il solito parlamentare Pd, ma il senatore Antonio Barboni e la deputata Simona Vietina ci insegnano che mai come questa volta, ci sono tutte le condizioni ottimali per offrire quel necessario ricambio, utile a ridare slancio e rinnovamento alla nostra Regione, bloccata da questa opprimente burocrazia e da questo clientelismo, frutto di decenni di governi monocolore. Dovremo trovare ad ogni livello i candidati giusti, a prescindere dall’appartenenza, valutando  in primis le competenze, secondo logiche di meritocrazia, per garantire alla gente romagnola amministratori competenti, ma soprattutto liberi  e non più teleguidati dal Pd Bolognese".

Potrebbe interessarti

  • 13 utilizzi del bicarbonato di sodio che ancora non conoscete

  • Il "metodo 333" per un guardaroba ordinato e completo di tutto

  • Pesciolini della carta: cosa sono e come liberarsene

  • Aspettare tre ore prima di fare il bagno dopo mangiato: tutta la verità

I più letti della settimana

  • Tragico incidente in via Dismano: quattro morti, tra loro due fratelli minori

  • Dopo la strage di via Dismano un altro dramma stradale: un morto e tre feriti in uno scontro frontale

  • Auto travolge un corridore: è grave. Ferito identificato dopo l'appello sui social

  • Scene da panico a Valverde: colpisce un taxi e due auto e prova a scappare, arrestato

  • Una fusione di tradizioni: dopo 27 anni la storica osteria in centro cambia gestione

  • Pericolo pubblico al volante: guida ubriaco fradicio, senza assicurazione e senza patente

Torna su
CesenaToday è in caricamento