Turismo, Montalti (Pd): "Cesena prima in Romagna per crescita grazie al gioco di squadra"

Il consigliere regionale Pd: "Il nostro territorio può diventare sempre di più il cuore della Destinazione Romagna"

"Con quasi 60 milioni di presenze, per l’Emilia-Romagna il 2018 si è dimostrato un altro anno record". A rimarcarlo il consigliere regionale Lia Montalti: “Un trend ormai consolidato che riguarda anche la città di Cesena, prima in Romagna per crescita. Nel 2018 sono stati registrati nelle strutture ricettive cittadine oltre 150 mila pernottamenti, con un incremento rispetto al 2017 del 12,7%, mentre gli arrivi sono stati 82 mila, con un aumento del 3,1%. Numeri positivi che devono essere consolidati nel tempo ma che non possono essere negati, perché raccontano il grande lavoro di squadra realizzato in questi anni dagli amministrazioni locali, dai territori e dagli operatori.”

“Questi risultati non sono casuali – sottolinea Montalti – bensì rappresentano il frutto di un impegno collettivo, a cui si è cercato di dare ulteriore impulso con la nuova Legge regionale sul turismo e la conseguente nascita nel 2017 della Destinazione Romagna. Un ente che, grazie alla sinergia tra pubblico e privato, vuole mettere a sistema un territorio ad alta vocazione turistica come la Romagna, valorizzando costa, entroterra e città d’arte.”

Tra il 2018 e il 2019 la Destinazione Romagna ha investito oltre 12 milioni di euro in progetti volti alla costruzione e valorizzazione di un prodotto turistico integrato, un lavoro che si sta dimostrando sempre più strategico per la promozione turistica dell’intero territorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Quando parliamo di turismo – sottolinea Montalti – oggi non possiamo che farlo guardando al brand Romagna, di cui Cesena può e deve essere sempre più protagonista, puntando sull’ospitalità, sulla ristorazione e soprattutto sui beni storici e culturali del nostro territorio, a partire dalla valorizzazione della Biblioteca Malatestiana, un patrimonio unico ed inestimabile che sempre di più deve diventare il simbolo di una città che si apre al mondo. Un’attenzione particolare va data poi al turismo sostenibile e al wellness. Ci sono interventi concreti che devono essere completati come la pista ciclabile dalla riviera fino all’Appennino. Dopo che il tratto di Cesenatico è stato recentemente finanziato dalla Regione Emilia-Romagna, con 400 mila euro, la sua completa realizzazione incrementerebbe ulteriormente un turismo attento all’ambiente e al benessere, mettendo in relazione la costa con l’entroterra.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tragico incidente in bici, è morto dopo due giorni di agonia l'agente di Polizia

  • Mentre va in bici viene colpito da un'auto: è gravissimo

  • Tragedia sulla spiaggia di Cesenatico, trovata riversa nell'acqua: muore l'anziana turista

  • Coronavirus, nel cesenate tre nuovi casi e nessun decesso

  • Agro-alimentare, il Gruppo Amadori cede Fattoria Apulia: l'operazione 

  • Cesenatico, dalle spiagge libere alle aree polifunzionali: ecco l'ordinanza balneare anti-Covid

Torna su
CesenaToday è in caricamento