Strinati (Cesena 2024): “I pazienti non vengono e non verranno mai abbandonati dalla nostra sanità”

"Le affermazioni del consigliere comunale Enrico Castagnoli della Lista Civica Cambiamo, che prospetta l’abbandono dei pazienti più anziani da parte dei medici dell’Ospedale, sono inaccettabili e non veritiere" dice Strinati

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Le affermazioni del consigliere comunale Enrico Castagnoli della Lista Civica Cambiamo, che prospetta l’abbandono dei pazienti più anziani da parte dei medici dell’Ospedale, sono inaccettabili e non veritiere. I pazienti (anche quelli anziani e più fragili ai quali lui fa riferimento) non vengono e non verranno mai abbandonati dalla nostra sanità, dai medici, dagli infermieri e da coloro che quotidianamente sono impegnati in prima linea.

In un momento come questo, dove i medici e gli infermieri lottano contro una malattia grave e altamente contagiosa cercando di salvare dal primo all’ultimo paziente ricoverato, rischiando essi stessi la vita, mi chiedo come si possano sollevare dubbi sul loro operato. Vorrei ricordare alla Lista Cambiamo ed ai suoi consiglieri che per curare nel miglior modo possibile i pazienti ricoverati, gran parte del personale medico ed infermieristico del Bufalini non fa turni di riposo da più di un mese.

E’ grazie al loro encomiabile impegno e alla loro immensa professionalità che il nostro territorio vanta un tasso di mortalità molto più basso rispetto alle aree tristemente famose della Lombardia, oltre ad aver fatto sì che fra medici ed infermieri si registrasse un bassissimo numero di contagiati e nessun deceduto.

Proprio in questi giorni in cui dovremmo applaudirli fino a farci venire male alle mani, si fanno uscire insinuazioni che esprimono perplessità sulla loro umanità ed etica professionale, strumentalizzando politicamente il contenuto di un documento in revisione che è già stato aggiornato e completamente rivisto proprio perché troppo generico in diversi passaggi fra cui il tema al quale si fa riferimento.

Anche qualora non si ritenesse di considerare medici ed infermieri degli eroi, dipingerli come freddi carnefici che privano i malati delle cure necessarie come viene insinuato, in una fase in cui rischiano giornalmente la loro vita per salvare quanta più gente possibile, credo sia una grottesca caduta di stile oltre a lanciare messaggi pericolosissimi.

Sono convinto che l’errore più macroscopico che la politica possa fare, soprattutto in questi momenti, sia quello di entrare nello specifico delle competenze tecniche dei medici e infermieri, quando invece ora  dovrebbe essere a loro completa disposizione per metterli nelle condizioni di svolgere il loro lavoro nel migliore dei modi.

Non mancherò, infine, di ribadire nelle sedi istituzionali la gravità ed il peso delle insinuazioni lanciate, dove mi auguro giunga un dietrofront e le scuse verso tutta la città, ed in particolar modo nei confronti di tutto il personale sanitario. 

Armando Strinati - Consigliere Cesena2024 

Torna su
CesenaToday è in caricamento