Sirio: "Nessuna informazione per il consiglio di quartiere centro urbano"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

L'amministrazione Lucchi si è sempre appalesata come trasparente e comunicativa; sicuramente in questi anni la comunicazione non è mai mancata; continue e giornaliere inaugurazioni, il nevone felliniano declinato in versione umanistica, case dell'acqua magnificate, distributori di monetine e di gasolio immortalate con qualche componente di giunta con tanto di sorriso plastico; tutto bene sotto il profilo dell'immagine ma la vera comunicazione e cioè quella rivolta a chi partecipa attivamente alla vita della nostra città, beh, quella è per così dire… latitante.

I consiglieri del quartiere Centro Urbano del PDL e del PRI, lamentano la scarsa informazione sul progetto Sirio; nessuna nota ufficiale è fino ad oggi arrivata ai componenti a meno di due mesi dall'installazione del sistema; nessuna cartina che spiegasse l'allocazione delle telecamere, nessuna nota in merito ad eventuali deroghe, nessuna informazione sui tempi di attivazione delle multe; insomma quel poco che si conosce lo si apprende dai giornali.

A noi consiglieri, che partecipiamo attivamente alla vita del quartiere e a tutte le decisioni che lo interessano, rimane il rammarico forse di esserci impegnati in questo ruolo; se dobbiamo essere presenti come semplici componenti del megafono della giunta, beh allora possiamo anche finire da subito la nostra esperienza.

Tante volte si sente parlare del percorso partecipato… condiviso che dovrebbe vedere anche i consiglieri di quartiere come componente attiva; purtroppo si deve rilevare che di partecipato nulla c'è nel caso di Sirio in quanto pare che la cosa debba essere ingurgitata di soppiatto dai cittadini.

Come consiglieri temiamo la solita farsa; l'amministrazione fa e dispone e poi afferma di aver condiviso il percorso; è già successo in passato e vediamo con rammarico che il vizio di intontire i cesenati è rimasto vivido.

Tanto si doveva anche e soprattutto nei confronti dei numerosi cittadini che spesso ci fermano per strada chiedendoci informazioni; la mancanza di risposte non è dovuta al disinteresse sul tema, ma molto probabilmente al quel ruolo di comparse nel quale siamo costretti da una giunta che millanta trasparenza e comunicazione scordandosi nel contempo i fondamentali del dialogo.

 

Torna su
CesenaToday è in caricamento