Savio beach, "difficile far convivere i bagnanti con nutrie e topi"

"Abbiamo atteso a dare un nostro parere sul progetto sulla spiaggetta sul Savio che il sindaco da tempo ha annunciato di voler realizzare tra i due ponti di Cesena" dicono gli esponenti del PLI

Redazione 31 luglio 2012
8

"Abbiamo atteso a dare un nostro parere sul progetto sulla spiaggetta sul Savio che il sindaco da tempo ha annunciato di voler realizzare tra i due ponti di Cesena. Speravamo infatti si trattasse di una boutade senza seguito, ma oggi pare che invece l’intenzione sia seria e in fase di realizzazione imminente. Non possiamo quindi non sottolineare alcune forti perplessità su un simile progetto, perplessità a vari livelli".

La proposta di realizzare una spiaggia sulle rive del Savio suscita perplessità negli esponenti del PLI. Queste sono infatti le prime parole di Stefano Angeli e Ugo Vandelli, segretari regionale e comunale del Partito Liberale Italiano, in merito alla proposta che il sindaco Lucchi pare intenzionato a portare fino in fondo.

"Innanzi tutto troviamo discutibile il progetto dal piano naturalistico, dato che non si può trasformare un fiume in una spiaggia marina, dato che sono due ambienti naturali totalmente diversi, con differenti meccanismi e dinamiche. Non si può pensare che qualunque struttura che lì si volesse realizzare non sarebbe gravemente coinvolta dalle piene stagionali, ma a volte anche fuori stagione, a cui è soggetto il regime torrentizio del Savio. Regolarmente ogni anno le piene erodono sedimenti e trasportano tronchi e altro materiale anche di grandi dimensioni e sicuramente asporterebbero sia la sabbia che le infrastrutture che venissero posizionate sulla golena del fiume. Dopotutto la normativa che impedisce l’edificazione entro l’area golenale dei fiumi è giustificata proprio da questi rischi. Il posizionamento poi di ostacoli al flusso delle acque aumenterebbe i rischi di esondazione verso monte."

"La seconda perplessità è dovuta alle condizioni igieniche della zona, dove pare vi siano ancora attivi scarichi di acque bianche, ma forse anche qualche scarico non controllato e identificato a dovere, forse anche di acque nere. Sappiamo poi per certo che le sponde del Savio, anche in città sono popolate da nutrie e altri animali, anche ratti, che difficilmente potrebbero convivere facilmente con i bagnanti. Infine riteniamo che l’ente locale in un periodo di crisi come quello attuale, dove si spremono i cittadini con pesanti tassazioni, dovrebbe ridurre all’indispensabile le proprie spese, e la spiaggia non ci pare rientri in questa categoria" concludono Angeli e Vandelli.

Annuncio promozionale

Stefano Angeli
savio beach

8 Commenti

Feed
  • Avatar di Franco

    Franco A quando anche una pista da sci? Io ci vedo bene Via Malatesta Novello e...le scalette come trampolino per spiccicarsi contro il fontanone. A chi, di dovere, l'inaugurazione

    il 15 novembre del 2012
  • Avatar di Dexter

    Dexter SAVIO BEACH per me è .... E' una CAGATA PAZZESCA!!!!

    il 14 novembre del 2012
  • Avatar di Enrico Teodorani

    Enrico Teodorani christian hai detto tu noi non dobbiamo aggiungere altro :)

    l' 1 agosto del 2012
  • Avatar di Davar

    Davar Potrebbe al fine diventare la spiaggia privata del Sindaco, sua e degli ospiti che hanno condiviso questo "splendido" progetto. A mio parere, visto che di sue statue non ne può mettere in giro per la città, il sindaco sta cercando un modo come un altro per entrare a far parte della storia della città. "... nel bene o nel male l'importante è che se ne parli e si ricordi ....che importa se la si fa fuori dal vaso! ...."

    l' 1 agosto del 2012
  • Avatar di marco m

    marco m e chi la dovrebbe frequentare questa fogna?

    l' 1 agosto del 2012
  • Avatar di Davar

    Davar Concordo pienamente con voi!!! La domanda però nasce spontanea .... ma questa gente fa dei corsi per pensare schiocchezze simili o è un "dono" innato che la natura gli ha fatto? Trasformare la golena di un fiume - nel suo tratto urbano - in una spiaggia, con tutte le problematiche che già insistono tra scarichi fognanti a monte che riversano fluidi non del tutto salubri (allevamenti, fabbriche, abitazioni) animali di ogni tipo e porblemi manutentivi, forniscono certo le condizioni per poter affermare che tale progetto è semplicemente un altro modo per buttare "a mare" i soldi pubblici, uno spreco che possiamo certo evitare. E poi che qualcuno si guardi intorno .... noi non abbiamo la Senna o il Tamigi .... il Savio in estate è una mezza "pisciatina" .... Se tanto mi da tanto possiamo anche pensare organizzare corsi di rafting lungo il Rio Cesuola ......

    l' 1 agosto del 2012
  • Avatar di tartasso

    tartasso al 100% d'accordo con Christian... Il mare e' vicino...risparmiamo soldi per progetti seri...

    il 31 luglio del 2012
  • Avatar di christian

    christian Visti i momenti che stiamo passando, come cittadino esprimo il parere che il SAVIO BEACH possa aspettare. Anzi penso che invece di creare una spiaggia, lasciamo alla natura ciò che è suo, ed anzi rispettiamola tenendola pulita e cercando di creare un vero e proprio parco, con la sua dovuta manutenzione e pulizia di erbacce e varie, dando la possibilità alla fauna della zona dove trovare rifugio e magari ripopolarsi. Prendiamo esempio, anche se solo che esempio, dalle saline di Cervia, dove la fauna è sugli obbiettivi di tutti. Non pensiamo solo ha rendere commerciale ogni piccolo centimetro della nostra città. Alla fine di tutto il mare dista 5 km. Con un semplice autobus, bastano 15/20 minuti per raggiungere Cesenatico, dove la spiaggia è naturale.

    il 31 luglio del 2012