Progetto Democratico invoca le primarie subito per il segretario regionale

Venerdì sera si è tenuto l'incontro dell'area Progetto Democratico Emilia Romagna. Gli esponenti di spicco per il territorio di Forlì-Cesena sono l'ex assessore Liviana Zanetti, presidente di APT e vicesindaco di Bagno di Romagna

Venerdì sera si è tenuto l’incontro dell’area Progetto Democratico Emilia Romagna. Gli esponenti di spicco per il territorio di Forlì-Cesena sono l'ex assessore Liviana Zanetti, presidente di APT e vicesindaco di Bagno di Romagna e Alessandra Biondi, assessore del Comune di Premilcuore. Erano presenti il parlamentare Gianluca Benamati ed i rappresentanti di diverse province, Lucio Berardi (Rimini) Claudia Montanari, Alessandra Biondi (Forlì), Liviana Zanetti (Cesena), Luigi Tosiani (Bologna), Elena Gaggioli, Matteo Di Oto, Marc’Aurelio Santi (Modena), Scarpino Pier Paolo (Parma), Marco Bergonzi (Piacenza).

"Comprendiamo l’importanza delle prossime primarie per l’indicazione dei candidati sindaci, non capiamo al contrario per quale motivo in tutte le regioni italiane si celebrino i congressi regionali, mentre l’Emilia-Romagna diventi l’unico caso in Italia in cui le primarie vengono rinviate a giugno. Avevamo da subito chiesto che i congressi regionali si tenessero quanto prima, per affrontare con organismi rinnovati e dinamici questa fase cruciale per il nostro territorio, per aprire una fase nuova, nel segno della forte discontinuità e del rinnovamento anche in Emilia-Romagna. Si rischia di perdere così un’occasione importante".

Con questo disappunto Progetto Democratico annuncia che era già pronta a presentare una propria candidatura, nel segno della discontinuità sia rispetto alla gestione Bonaccini. "Avevamo già raccolto le firme per presentare una candidatura, anzi si era andati oltre la soglia prevista in oltre 6 federazioni. In questo modo, nell’attesa che il PD nazionale si pronunci, assistiamo ad un’alterazione delle regole del gioco a partita praticamente iniziata".

“Tutti i territori dell’Emilia-Romagna si trovano in una situazione di grande difficoltà, servono scelte strategiche e una nuova visione per dare soluzioni urgenti a problemi sempre più complessi. Riteniamo importante celebrare subito il congresso regionale accorpandolo con le primarie per la scelta dei sindaci. Non possiamo perdere altri 5 mesi. I problemi si affrontano, non si rinviano”.

Oggi la richiesta verrà consegnata direttamente al segretario nazionale Matteo Renzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La notte trasgressiva a tre col transessuale finisce a sassate: nei guai coppia di fidanzati

  • Vinse 500mila euro al gratta e vinci, ora apre un'osteria "come quelle di una volta"

  • Operazione incredibile al "Bufalini": musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

  • Savio in piena, frane in collina ed allagamenti in riviera: il maltempo fa paura

  • La colpisce con lo specchietto mentre cammina sul ciglio della via Emilia: anziana ferita

  • Scirocco e alta marea a Cesenatico, gli stabilimenti spariscono. "Acqua in strada a Valverde"

Torna su
CesenaToday è in caricamento