Potere al Popolo sul nuovo ospedale: "Forze politiche litigano su tutto"

"Si litiga su chi finanzierà il progetto, sul dove, su una coperta che sembra corta e misera"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

"Il nuovo ospedale di Cesena è una scelta strategica per un territorio trasformato in uno squallido teatrino politico Si avvicinano le elezioni amministrative e quelle europee e le vecchie forze politiche insieme a quelle del falso cambiamento, incominciano a dare il peggio di se". 

"Basta. Per noi un nuovo ospedale a Cesena, nel lungo periodo, è una scelta strategica che va studiata, progettata, se fattibile realizzata. Va tutelata la centralità del paziente, vanno fatti investimenti seri per le nuove tecnologie e sulle professionalità. Vanno portate avanti politiche serie per il lavoro, contro la precarietà del lavoro e contro le esternalizzazioni.Va mantenuto, anzi migliorato lo standard qualitativo, il numero dei posti letto (nel vecchio Ospedale Bufalini sono 517), l’eccellenza del “trauma center”. 

"Oggi invece si litiga su tutto, su chi finanzierà il progetto, su una coperta che sembra corta e misera. Sul dove, il bollino voluto con arroganza dal Sindaco di Cesena e dalla sua maggioranza, ora si scontra in una diatriba politico/territoriale in Provincia. Ente inutile, farraginoso, non più elettivo ma nominato dalla politica, che da il peggio di se, tra assenze, divisioni e “abbandoni” in occasione della discussione sulla localizzazione del nuovo Ospedale di Cesena. Che tristezza. E a farne le spese sono i cittadini, trattati sempre più come “merce” e come “numeri”.

"517. Questo è il numero da cui partire. Non uno di meno, nessuna farraginosa conta a scapito della salute e dei cittadini.Noi vogliamo riportare il potere nelle mani del popolo: per questo siamo sempre stati assolutamente convinti che, su tutto ciò che riguarda il nuovo ospedale, l’ultima parola spettasse ai cittadini".
 

Torna su
CesenaToday è in caricamento