Polveri sottili, "Cesena non è un'isola felice". Valletta: "Tre proposte per combattere lo smog"

"I dati giornalieri sono visibili a tutti sul sito dell'Agenzia per l'Ambiente Arpae nella parte relativa alla qualità dell'aria. Questi primi 15 giorni del 2020 sono iniziati alla stessa maniera", afferma Valletta

Alta pressione in inverno equivale anche ad un aumento della concentrazione degli inquinanti. Il consolidamento dell'anticiclone produce nella stagione più fredda dell'anno nebbie in pianura, anche persistenti, con un'impennata notevole dei tassi d'inquinamento, specie nelle aree urbanizzate. Le inversioni termiche prodotte dall'alta pressione inibiscono i moti ascendenti delle masse d'aria, intrappolando negli strati prossimi al suolo tutti gli inquinanti prodotti dalle attività industriali e dal traffico. E' quanto sta capitando in questi giorni nel pianura cesenate. 

"Ci raccontano che Cesena è un isola felice, come se avesse una bolla d'aria protettiva ma non è così - afferma Vittorio Valletta di Cesena Siamo Noi -. L'anno 2019 ha visto sforamenti per le polveri sottili o per l'ozono misurate nelle centraline dell'Arpae in tutte le città romagnole ad eccezione di Cesena, ma il motivo è molto semplice: la centralina di rilevamento delle polveri sottili non è posizionata lungo una strada di traffico pertanto non restituisce l'inquinamento di chi vive lungo una delle nostre strade ad alto traffico (Via Emilia, Via Ravennate, Via Padre Vicinio da Sarsina, Via Cavalcavia, Via Cervese, Via Madonna dello Schioppo e Via Savio). I dati giornalieri sono visibili a tutti sul sito dell'Agenzia per l'Ambiente Arpae nella parte relativa alla qualità dell'aria. Questi primi 15 giorni del 2020 sono iniziati alla stessa maniera: Cesena con pochi sforamenti e tutte le altre città in piena crisi con ordinanze urgenti di azioni per limitare l'inquinamento. Il leggero miglioramento nel confronto degli ultimi 20 anni non permette di evitare le migliaia di complicazioni respiratorie che coinvolgono annualmente le fasce a rischio (bambini ed anziani): siamo ancora molto lontani dall'obiettivo".

Cesena Siamo Noi propone "tre azioni efficaci da mettere in campo nel 2020. La prima è il potenziamento dei mezzi pubblici attraverso un rivoluzionario sistema di abbonamenti a prezzi molto agevolati comprensivi di accessi scontati alle principali attrazioni culturali cesenati: nel nostro programma è chiamata con il nome di Carta Cesena e permetterà di aumentare notevolmente il numero dei fruitori, sulla scia delle città più evolute in Europa".

La seconda, viene chiarito, "riguarda l'erogazione di un contributo comunale e l'accesso a finanziamenti regionali ed europei per la sostituzione di vecchi impianti di riscaldamento: sono ancora moltissimi gli impianti inquinanti con scarso rendimento termico in città". Infine la terza azione rappresenta "l'inserimento di due centraline di rilevamento della qualità dell'aria lungo due strade ad alto traffico per monitorare i livelli degli inquinanti (soprattutto polveri sottili) per i cittadini che vivono o lavorano in quelle condizioni: è un nostro diritto conoscere i livelli di inquinamento a cui siamo sottoposti". Conclude Valletta: "Le tre azioni descritte saranno presentate entro marzo in Consiglio comunale attraverso apposite mozioni di impegni a Sindaco e Giunta per l'avvio dei progetti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un bel risveglio, va in tabaccheria e scopre di aver vinto al SuperEnalotto: sfiorato il 6 da oltre 62 milioni

  • Paurosa carambola all'incrocio: fa un filotto di schianti, 8 veicoli danneggiati. Si contano 2 feriti gravi

  • Vuole andare alla Festa del Maiale, ma sbaglia strada: fa inversione e finisce nel fosso

  • Tenta di impiccarsi alla ringhiera del balcone, salvato in extremis: grave un giovane

  • "Soffoco", l'infarto lo coglie mentre va al lavoro: salvato dalla Polizia municipale

  • Torna il treno che collega Monaco di Baviera alla Romagna

Torna su
CesenaToday è in caricamento