Blitz della Polizia al grand hotel dei disperati, Potere al Popolo: "Un posto degradato é meglio di niente"

"Tutto intorno c'è il nulla - accusa -. Con i servizi sociali e alle persone dei Comuni e della Regione poco efficaci e incapaci a dare risposte concrete a situazioni devastanti"

"Il secondo sgombero del capannone alle Vigne dimostra che un posto degradato e fatiscente é meglio di niente. Che é un lusso per chi altrimenti sarebbe in mezzo ad una strada, senza lavoro, senza possibilità. Vivere di espedienti e di piccoli lavoretti non basta per permettere di vivere in maniera dignitosa". Anna Strippoli commenta così l'operazione svolta lunedì mattina dagli agenti del Commissariato di Polizia di Cesena.  L'esponente di Potere al Popolo punta il dito contro "le leggi dei "nuovi sceriffi"", ovvero "prima la Minniti-Orlando, ora i Decreti poi le direttive su occupazioni e sgomberi del Ministro Salvini.  Due facce delle saltasse medaglia, di male in peggio". 

"Tutto intorno c'è il nulla - accusa -. Con i servizi sociali e alle persone dei Comuni e della Regione poco efficaci e incapaci a dare risposte concrete a situazioni devastanti. Con le sole associazioni (come Romagna Migrante, con ragazzi e ragazze straordinari) a prendersi a cuore queste situazioni. Un paese sempre più preda alla crisi, impoverito e incattivito, che vede crescere l’emarginazione sociale come conseguenza del sistematico smantellamento del sistema di welfare pubblico".

"Nel nostro paese 18 milioni di persone a rischio povertà e esclusione sociale, 12 milioni di persone che rinunciano a curarsi per motivi economici - attacca ancora Strippoli -. Livelli assistenziali in caduta libera, radicalmente insufficienti le  politiche di assistenza o i servizi sul territorio per il sostegno agli anziani, i diversamente abili ed i soggetti sociali fragili (spesso abbandonati a loro stessi o alle loro famiglie). Non ci siamo affatto. E siamo assolutamente convinti si possa, e si debba, fare di più e meglio. Noi crediamo che chiunque, in qualunque condizione, abbia diritto alla salute, all’assistenza, ad una vita indipendente, libera dal bisogno e dignitosa. Non ci stancheremo mai di dirlo: prima gli sfruttati".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere in avanzata decomposizione ritrovato in una scarpata stradale

  • Vaga seminuda per strada in stato confusionale, la Polizia Locale risolve il 'mistero'

  • Rientra a casa e trova il rapinatore col coltello: "Io e te andiamo a prelevare". Lo salva il vigilante

  • La 17enne cesenate Alessandra Rumieri è la nuova "Miss Mondo Rally"

  • Ladri scatenati nella notte, le telecamere riprendono la 'banda' dei camioncini da lavoro

  • Le temperature calano a picco: in arrivo vento e temporali: l'allerta meteo

Torna su
CesenaToday è in caricamento