Pasini (M5S): "Bonaccini metta in giunta persone capaci e non solo appartenenti al partito"

"Caro Presidente Bonaccini, Le scrivo da cittadino a cittadino ora che in Emilia Romagna si è superata la tanta confusione delle elezioni è doveroso tornare a parlare delle necessità del nostro territorio"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Caro Presidente Bonaccini, Le scrivo da cittadino a cittadino ora che in Emilia Romagna si è superata la tanta confusione delle elezioni è doveroso tornare a parlare delle necessità del nostro territorio. Dando meno risalto a collegamenti nazionali, come giustamente ha detto lei, vanno ripresi i temi ambientali che solo alla fine in verità lei ha citato, arrivando a promettere la chiusura dell'inceneritore di Forlì in 5 anni (ci contiamo davvero). Temi cari a noi 5 Stelle, l'ambiente e la salute del cittadino sono stati infatti portati di peso nel dibattito di questa campagna elettorale bizzarra, in primis dal nostro candidato Benini.

Quello che sento di dirle a prescindere dalle bandiere come spesso faccio, è che i numeri usciti dal voto regionale non vanno sottovalutati. Se molti voti sono basati sulla disinformazione altri sono ben più ragionati. Ecco giungo al consiglio che da cittadino romagnolo sento di doverle dare. Prima dei sondaggi e dei voti sono le azioni concrete a fare la differenza. I temi difficili, le paure o il semplice malcontento , vanno affrontati non ignorati o ridicolizzati.

Affrontati con riflessioni e confronti veri e partecipati, che mettano al centro il territorio e i cittadini includendo le migliori menti reperibili oltre alle forze di opposizione che senza preclusioni si siedono al tavolo nell'interesse comune. Se qualcuna dovesse non presentarsi... rimedierà con un altro cartonato. Obiettivo individuare la migliore e più lungimirante strada da intraprendere. Serve tanta umiltà, soprattutto da parte di chi vince perché vincere sono certo lei sappia che significa assumersi responsabilità non da poco.

Questo purtroppo non sta avvenendo nel mio comune, Cesena; dove l'incertezza del voto delle amministrative 2019 non viene considerata con la giusta attenzione e umiltà appunto, da chi governa la città. Spiace vedere che i numerosi appelli all'inclusivita' cadano nel vuoto o le segnalazioni che venivano derise ieri, oggi accortisi della loro fondatezza, siano poco considerate perché affrontarle sarebbe dare ragione ad un avversario e allora no... perché prima vengono orgoglio e sondaggi. Lei sta formando la squadra per i prossimi 5 anni, la consideri un'opportunità e non una fiera di ambite poltrone;
e la componga di persone capaci di mettere il territorio prima dell'appartenenza alla bandiera, persone che siano in grado di colmare l'assurdo risultato che vede la Romagna con soli 9 consiglieri su 50. Sia lei il primo a guardare la regione con orgoglio e un pizzico di sano egoismo, che la portino a vedere le nostre splendide terre come un tesoro da conservare al meglio per i nostri figli e nipoti e non per colleghi di partito.

 

Paolo Pasini Coordinatore M5S-Cesena

Torna su
CesenaToday è in caricamento