Natale in Piazza della Libertà, la replica: "Confartigianato poteva partecipare al bando"

Il sindaco Paolo Lucchi replica così alle osservazioni di Pietro Manuzzi, presidente del Comitato Comunale Confartigianato Cesena, e del vicesegretario Giampiero Placuzzi.

"Sorprende la posizione di Confartigianato rispetto a Piazza della Libertà. Non tanto relativamente al giudizio estetico sulla struttura trasparente collocata al centro della Piazza (anche se la definizione di “capannone” ci pare quantomeno ingenerosa nei confronti dei 3 giovani progettisti e delle decine di operatori impegnati al suo interno, oltre che in forte contrasto con i giudizi che, invece, abbiamo potuto ascoltare con le nostre orecchi): per fortuna in Italia c’è ancora piena libertà di espressione del proprio pensiero. A sorprendere è soprattutto la ricostruzione del percorso di informazione e condivisione sul bando che ha consentito di organizzare la Piazza così com’è". Il sindaco Paolo Lucchi replica così alle osservazioni di Pietro Manuzzi, presidente del Comitato Comunale Confartigianato Cesena, e del vicesegretario Giampiero Placuzzi.

"Forse Placuzzi ha dimenticato di aver ricevuto una telefonata da parte dell’assessore Lorenzo Zammarchi (in data 11 settembre) con la quale lo si è informato del bando, condividendo gli obiettivi e le progettualità candidabili (intrattenimento, animazione culturale, aggregative, commerciali) - prosegue il primo cittadino -. Inoltre, in quell’occasione gli sono stati richiesti giudizio ed osservazioni specifiche e, visto che in seguito  Confartigianato non ha obiettato nulla, il 13 settembre il bando è stato reso pubblico. Lo stesso percorso è stato concretizzato anche con dirigenti delle altre associazioni rappresentate all’interno di Zona A, naturalmente. È quindi un fatto: a settembre Confartigianato non ha presentato (verbalmente o per iscritto) le stesse osservazioni che ha avanzato tramite un comunicato stampa, nè ha richiesto di convocare riunioni specifiche sul tema. Insomma, allora andava tutto bene ed oggi la si pensa in modo diverso".

"È legittimo che accada, naturalmente, ma viene naturale chiedersi perché, avendo maturato successivamente idee così chiare, Confartigianato non abbia partecipato direttamente al bando pubblico, organizzando magari i suoi associati e garantendo, così come sta avvenendo, uno spazio di intrattenimento e di attrazione per il centro storico che, è utile ricordarlo, alla nostra comunità costa zero euro, poiché a carico dei cesenati è prevista la sola gratuità dell’occupazione di suolo pubblico", conclude.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Rogo in un'azienda agricola, fiamme alte in cielo: distrutti alcuni macchinari

  • Cronaca

    Debutta il Museo dell'Ecologia, anche il National Geographic a Cesena per scoprirlo

  • Cronaca

    Sfonda la vetrina con un'ascia, ma arrivano i carabinieri a rovinargli il colpo

  • Sport

    Il Cesena si rinforza in attacco: ufficializzato l'arrivo di Ciro De Angelis. In difesa c'è Marfella

I più letti della settimana

  • Rinasce il bar Roma, sarà il sogno "d'AmoR" di due giovani di ritorno dall'Australia

  • Un sushi "occidentale": romagnoli doc portano i sapori del sol levante nel cuore del centro

  • Meteo, in settimana arriva il freddo: possibili nevicate a bassa quota

  • Controlli serrati del territorio, intercettata banda di ladri in fuga

  • Fatture false per oltre un milione di euro: coppia di coniugi nella rete della Guardia di Finanza

  • L'aveva appena rubato, ladro bloccato su un suv fiammante

Torna su
CesenaToday è in caricamento