Il Ridotto del Bonci ospiterà gli uffici dell'Ert, Di Placido: "Sia un luogo di cultura"

E' quanto esternano i Liberaldemocratici di Cesena, soddisfatti del trasferimento degli Uffici dell’Urbanistica dagli spazi del Ridotto alla sede comunale

"In uno storico luogo d'arte teatrale sostituiamo uffici con altri uffici?". Questa è la domanda che si pone l'esponente dei Liberaldemocratici cesenati Luigi di Placido dopo che il comune ha deciso di collocare gli uffici dell'Ert all'interno dei locali del Ridotto del teatro Bonci lasciati liberi da quelli dell'Urbanistica che l'hanno occupato per oltre vent'anni. "Abbiamo sempre giudicato positivamente - dice il rappresentante politico - il trasferimento degli Uffici dell’Urbanistica dagli spazi del Ridotto del Teatro Bonci alla sede comunale, e siano felici che finalmente ciò si sia finalmente realizzato. Condividiamo anche la volontà di restituire il Ridotto alla sua vocazione naturale, rendendolo luogo di cultura a disposizione della città,ma, proprio per questo motivo, non capiamo perché, dopo aver tolto degli uffici, si vogliano insediare altri uffici, nello specifico quelli di Ert".

Luigi di Placido, e con lui tanti altri cittadini, si aspettavano che il Ridotto fosse riportato alle sue funzioni d'origine che erano quelle di ritrovo durante lo spettacolo, oppure dove sperimentare musiche, attività teatrali e quant'altro si riferisce alla sfera artistica – rappresentativa dell'uomo. “Culturalmente parlando - ribadisce l'esponente liberaldemocratico -  il Ridotto di un teatro è il salotto più prestigioso di una città, e come tale va trattato. Dopo lunghi anni nei quali la città non ha potuto sfruttarlo, bisogna fare molta attenzione a come si andrà ad utilizzare questo spazio. Cesena ha numerose esperienze culturali meritevoli di essere seguite e valorizzate, e il Ridotto deve servire esattamente a questo. Da questo punto di vista, l’idea del trasferimento degli uffici di Ert in quello spazio ci trova contrari per due motivi. Il primo è che, come abbiamo già sottolineato, sostituire uffici con uffici significa penalizzare ancora una volta una vocazione che per troppo tempo è stata soffocata. Il secondo motivo, altrettanto importante dal nostro punto di vista, è che la convenzione con Ert scadrà tra un anno, in contemporanea con il mandato dell’attuale Amministrazione Comunale. Ebbene, non deve essere per nulla scontato che Cesena proseguirà nel rapporto con Ert (anzi, dal nostro punto di vista ciò non deve accadere): ecco perché, concedergli oggi spazi per uffici non ci pare una grande scelta. Suggeriamo all’Amministrazione di lasciare tali scelte a chi governerà la città dal 2019, preoccupandosi esclusivamente di mettere quanto prima a disposizione della città, finalmente, gli spazi del Ridotto".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Salute

    Da Cesena a New York per combattere i tumori: ricercatrice in finale ai premi Issnaf a Washington

  • Salute

    L’influenza è alle porte, arrivano i primi vaccini: "Non solo bimbi e anziani, lo facciano anche i medici"

  • Cronaca

    Inaugura il nuovo Campus: "Cesena diventa a tutti gli effetti una città universitaria"

  • Cronaca

    In otto su una Punto "beccati" dalla Polizia Municipale: in tre proseguono a piedi

I più letti della settimana

  • Il "boss" di America Graffiti si butta anche nel mondo di manga e fumetti: in arrivo un grande store

  • Si scontra con un'auto e viene sbalzato dallo scooter: è in gravi condizioni

  • Sotto accusa le ronde: Forza Nuova denunciata per aver formato un corpo di polizia non autorizzato

  • Guidava con un tasso alcolemico da coma etilico: valore record a Cesena

  • "Uniti risorgeremo", il Manuzzi accoglie così il Cesena: e i bianconeri non deludono

  • Cambia la manovra antismog: forni a legna e barbeque, nessun rischio di spegnimento

Torna su
CesenaToday è in caricamento