La lista civica “Semplicemente Cesena” si pone come obiettivo quello di mettere in rete lo sport locale per garantire il futuro del sistema sportivo e delle associazioni sportive delle territorio.

Il sistema sportivo va aiutato a modernizzarsi affinché possa essere uno strumento a disposizione della cittadinanza. La lista civica "Semplicemente Cesena" si pone come obiettivo quello di mettere in rete lo sport locale per garantire il futuro del sistema sportivo e delle associazioni sportive delle territorio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Il sistema sportivo va aiutato a modernizzarsi affinché possa essere uno strumento a disposizione della cittadinanza. La lista civica "Semplicemente Cesena" si pone come obiettivo quello di mettere in rete lo sport locale per garantire il futuro del sistema sportivo e delle associazioni sportive delle territorio.

E' nota l'importanza fondamentale che ricoprono le associazioni sportive, sia da un punto di vista educativo che sociale, ma troppo spesso vengono lasciate al proprio destino. Una funzione che passa nelle mani di persone volenterose che offrono un grande servizio alla comunità, ma che anch'esse si trovano a far fronte ai problemi del tempo di natura economica.

Diventa quindi sempre più difficile per le associazioni sostenersi e garantire l'attività e diventa sempre più difficile gestire e mantenere un impianto sportivo, nella maggior parte dei casi Comunale.

Per questo motivo, insieme ai protagonisti del mondo sportivo, vogliamo trovare le soluzioni necessarie per mettere in rete le già molteplici attività che si sviluppano nel Comune di Cesena e per superare in modo sinergico le difficoltà del tempo.

E' giunto il momento - anche a Cesena - di porre attenzione allo sport come nuovo, potenziale diritto di cittadinanza, intesa come una concreta e innovativa strategia dell'inclusione sociale, rivolta a nuovi cittadini della pratica fisico-motoria, cioè a soggetti individuali e collettivi (anziani, immigrati, disabili, giovani a rischio e tutte quelle aree di popolazione esposte al pericolo della marginalità) non appartenenti al classico sistema della prestazione agonistica.

Lo sport può diventare elemento di socialità e aggregazione delle diverse fasce di età e anche dei territori; delle comunità, dei quartieri, attorno a polisportive, piuttosto che all'aperto. Possono nascere aggregazione sociale, interessi condivisi, volontà di partecipazione dei cittadini alla gestione che ovviamente, sono l'elemento di miglioramento.

Se vogliamo riformare il modo di concepire lo sport, attribuendogli il suo vero valore, quello più nobile, le politiche locali devono coinvolgere in modo più mirato e strutturato tutti gli attori collettivi - pensiamo, oltre alla politica locale, al sistema educativo, alle associazioni ambientalistiche, alle organizzazioni non profit e ai movimenti dei consumatori - ancora troppo timidi nel rivendicare il proprio ruolo in una riforma dello sport.

Torna su
CesenaToday è in caricamento