La lista civica "Semplicemente Cesena" avvia il confronto cittadino presentando le proprie idee

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Sabato scorso davanti alla sede dell'Ex tribunale, la lista civica "Semplicemente Cesena" ha iniziato a presentare le proprie idee e i propri candidati partendo dal tema della Sicurezza Urbana. Ad introdurre il metodo di presentazione della lista è stato Christian Castorri che ha lasciato illustrare le proposte ai candidati Gianluca Campana, Ivan Piraccini e Alessandro Mariani.

Riportiamo in sintesi i contenuti

L'ambito della sicurezza pubblica, e più nello specifico quello legato alle politiche di sicurezza urbana, rappresenta oggi un fattore di importanza cruciale all'interno delle politiche di tutela del cittadino che l'Amministrazione deve assumere in capo ai propri doveri.

La sicurezza è un diritto indiscutibile dei cittadini e la Cesena che vogliamo è che una Cesena sempre più sicura. Nel campo della sicurezza il Comune è percepito dai cittadini come una tra le istituzioni più vicine a cui rivolgersi: vogliamo pertanto accogliere e dare un senso positivo a questa richiesta per interpretarla e farla valere nelle sedi più opportune, richiedendo e indirizzando l'intervento delle Forze dell'Ordine e delle altre istituzioni. La sicurezza è un problema reale che va affrontato ed è un'azione che può essere svolta anche dal Comune, dalle associazioni e dai cittadini. Non da soli, ma insieme a chi, per competenza e ruolo, ha delle responsabilità istituzionali. Oltre al proposito di intervenire in tutte le sedi per accrescere la presenza delle Forze dell'Ordine sul territorio e di potenziare l'attuale organico della Polizia Locale per coprire, con maggiore efficacia, fasce serali in particolari periodi dell'anno, siamo convinti che il problema della sicurezza urbana si affronti anche con un'azione di contrasto al degrado in tutte le sue forme e con una profonda valutazione ed intervento sui fattori sociali, che sono il terreno di coltura dei fenomeni di criminalità. Ci impegneremo a promuovere la sicurezza della Città e delle periferie, attraverso un miglioramento della qualità di vita della comunità. L'obiettivo non sarà solo quello di tutelare la persona, ma anche quello di evitare una potenziale e progressiva perdita di sicurezza del territorio che può arrecare un danno all'economia del Comune legata al turismo e alle attività imprenditoriali, nonché all'immagine di Cesena. Il concetto di sicurezza è ampio e trasversale, toccando diversi ambiti del vivere quotidiano della Città, sia come cittadino che come turista. Non la considereremo solo una domanda di maggiore controllo sociale, ma anche una richiesta di vivibilità del territorio, da ricercare necessariamente attraverso comportamenti partecipati da parte di tutta la collettività, in una previsione di relazione e di legame con la propria comunità.

Coniugheremo la tutela del cittadino e del territorio con la ricerca di un equilibrio sociale di collaborazione, partecipazione ed integrazione di tutte le parti e gli attori. Per questo riteniamo importante istituire un "Comitato per la sicurezza e l'accoglienza" (composto da rappresentanti del Consiglio Comunale, della Polizia Locale e di tutte le forze dell'ordine: Carabinieri, Polizia e GdF), cioè un gruppo di lavoro per l'adozione di una serie di Linee Guida in materia di sicurezza urbana che perseguano l'obiettivo di prevenzione sociale e ambientale favorendo comportamenti educativi e agendo tramite campagne di sensibilizzazione e di informazione attraverso azioni mirate quali:

  • la riqualificazione urbana del territorio e degli spazi pubblici con interventi di animazione;
  • l'adozione di strumenti ed azioni volte alla crescita di relazioni personali e di gruppo;
  • la promozione della convivenza interculturale, dell'integrazone sociale e civile degli stranieri;
  • l'educazione e promozione delle norme che regolano la vita sociale e la sicurezza stradale;
  • il rafforzamento della polizia locale;
  • la sperimentazione di sistemai di valutazione preventiva connessi a significative trasformazioni urbanistiche o grandi interventi infrastrutturali;
  • l'implementazione di azioni rivolte ai gruppi potenzialmente più esposti ai fenomeni di criminalità e inciviltà diffusi ed al sostegno di iniziative a favore delle vittime del reato.

Il comitato per la sicurezza e l'accoglienza dovrà inoltre:

  • rilevare le situazioni a rischio presenti nella nostra comunità;
  • elaborare proposte di intervento da presentare alla Giunta ed alle forze di vigilanza e di polizia;
  • presidiare la situazione della sicurezza urbana ed i risultati degli interventi fatti, presentando ogni anno una relazione alla Giunta.

Ci impegneremo, inoltre, a contrastare la violenza sulle donne, sempre più diffusa e sempre troppo poco considerata. Proporremo l'attivazione di un centro antiviolenza riservato alla prima accoglienza delle donne oggetto di una qualsivoglia violenza e residenti nel Comune di Cesena.

Riteniamo importante anche per la nostra realtà territoriale l'istituzione di uno spazio di ascolto e sostegno in cui la donna possa comprendere che esiste una possibilità concreta, un'alternativa a ciò che sta vivendo, potendosi avvalere di tutti gli strumenti necessari. Uno spazio privilegiato in cui la donna può esprimere liberamente i propri pensieri e i propri vissuti, raccontare la sua esperienza e ipotizzare un percorso concreto di uscita dalla violenza, basato sulla conoscenza delle risorse presenti sul territorio, nell'ottica di un progetto in rete che veda tutti gli attori, sociali e istituzionali, convergere verso il medesimo obiettivo. Propedeutica a questo diventa anche un'adeguata formazione degli stessi.

IN SINTESI 5 OBIETTIVI

  1. Realizzazione di nuovi sedi delle Forze dell'Ordine e la creazione della rete cittadina in fibra ottica al fine di supportare la collocazione di telecamere di video sorveglianza diffuse su tutto il territorio;
  2. Istituzione di un "Comitato per la sicurezza e l'accoglienza";
  3. Politica della sicurezza partecipata;
  4. Attivazione di un centro antiviolenza riservato alle donne residenti nel Comune di Cesena;
  5. Apertura di un ufficio di Volontaria Giurisdizione.
Torna su
CesenaToday è in caricamento