"L'assisten​za agli anziani, opportu​nità di lavoro per i giovani della città"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Ogni anno il fatturato sui servizi offerti dalle badanti risulta come minimo di dieci miliardi.
Cosa significa?
Semplice. Dal momento che le badanti sono quasi totalmente straniere, significa che ogni anno almeno OTTO MILIARDI di ricchezza monetaria interna fuoriesce dall'Italia e si colloca in circa 10 paesi stranieri.
UNA ENORME RICCHEZZA PRIVATA, DELLE FAMIGLIE ITALIANE, PROVENIENTE DA RISPARMI e PENSIONI CHE ESCE E CHE NON SI TRADURRA' MAI IN CONSUMI INTERNI.
E se riuscissimo a trattenere questa enorme ricchezza per utilizzarla a favore dei nostri giovani e dell'economia? Offriremo loro un lavoro e contemporaneamente riattiveremo i CONSUMI LOCALI.

Per questo motivo Semplicemente Cesena propone l'attivazione di un CENTRO PER L'IMPIEGO DI BADANTI, anche italiane, con requisiti specifici quali titoli di studio (gli indirizzi di studio sul settore già sono presenti in città) in grado di legittimare le capacità tecniche e relazionali, a nostro avviso necessarie per fornire un'assistenza qualificata e sicura all'anziano.

Vorremmo creare, con specifiche azioni di politica locale, UN'OPPORTUNITA' DI LAVORO, legata al sostegno e alla cura degli anziani, PER I RAGAZZI RESIDENTI A CESENA.
La nostra proposta non persegue solo obiettivi economici ma vuole contribuire anche al riaffermarsi di relazioni sociali che sempre più si stanno dissolvendo. Per questo motivo ci piacerebbe che a prendersi cura degli anziani di ciascun territorio, fossero soprattutto I GIOVANI DI QUELLO STESSO TERRITORIO, per riattivare e condividere valori, relazioni e sostegni sociali all'interno del quartiere stesso, anche tra generazioni solo apparentemente distanti.
Riteniamo strategica un'impostazione locale di questo servizio, anche per limitare al massimo l'eccessiva invadenza che qualsiasi persona estranea potrebbe generare nell'abitazione dell'anziano e nel suo vivere quotidiano.
Ci piacerebbe molto l'idea di un'assistenza basata sul modello di quella attuata all'interno delle strutture sanitarie, prevedendo turni di otto ore al massimo.
Riteniamo che un modello di gestione così strutturato contribuisca anche a CREARE NUOVAMENTE RELAZIONI SOCIALI, SEMPRE PIU' DIMENTICATE, FRA PERSONE DI DIVERSE GENERAZIONI.

Riteniamo inoltre che il recupero di relazioni sociali fra persone di generazioni differenti contribuisca a far SENTIRE GLI ANZIANI MENO SOLI, in un periodo storico dove, al contrario, molti anziani, e non solo, soffrono di SOLITUDINE.

Lista Civica "Semplicemente Cesena"

Torna su
CesenaToday è in caricamento