Il Pd sul decreto: "L'elenco delle attività strategiche può essere ridotto"

"L'elenco delle attività produttive ritenute strategiche e quindi autorizzate dal governo a restare aperte, alla fine, potrebbe essere ristretto ulteriormente"

L'epidemia di coronavirus "è la crisi più difficile che il Paese sta vivendo dal secondo dopoguerra. La morte di tanti concittadini è un dolore che ogni giorno si rinnova". Queste le parole del Premier Giuseppe Conte per annunciare le nuove misure restrittive messe in campo dal Governo.

“Indicazione e regole erano state date fin dall’inizio – affermano i consiglieri comunali PD Cesena –. Proprio dieci giorni fa Cgil, Cisl e Uil avevano sottoscritto con il Governo e le parti datoriali un ‘protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro’, che dava la possibilità alle fabbriche di restare aperte se adottavano provvedimenti adeguati per la protezione dei lavoratori”.

“La stretta è cresciuta quando non si sono viste rispettate quelle regole e in alcune zone i contagi aumentavano, come nel riminese – sottolineano i consiglieri –. Per chiudere le attività economiche non necessarie servivano però prima risposte serie per garantire il sostegno alle imprese. Risposte che, in parte, sono arrivate con il Decreto Cura Italia e che ora possono essere implementate grazie all’apertura da parte dell’Unione europea, come avevamo già dichiarato alcuni giorni fa”.

“Il nuovo Decreto, firmato ieri dal Premier Conte, pone questi nuovi limiti ma, come hanno evidenziato fin da subito i sindacati Cgil, Cisl e Uil, l'elenco delle attività produttive ritenute strategiche e quindi autorizzate dal governo a restare aperte, alla fine, potrebbe essere ristretto ulteriormente, escludendo dunque settori che solo marginalmente svolgono attività essenziali”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Siamo quindi a fianco dei sindacati in questa loro battaglia a difesa dei lavoratori e della loro sicurezza nei posti di lavoro, così come della loro salute. Continuiamo poi a sostenere il lavoro del nostro Sindaco e di tutta l’amministrazione comunale – concludono i Consiglieri PD – e siamo pronti a fare la nostra parte con proposte all’amministrazione per gli imprenditori e le attività commerciali del nostro territorio, come lo slittamento del pagamento dei tributi locali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Sergio Rossi, anche il 're' del calzaturiero tra le vittime del virus: "Una grande perdita"

  • Da giorni non si avevano sue notizie, anziano trovato morto nell'appartamento

  • "Creativo e perfezionista", ha portato la scarpa di San Mauro in tutto il mondo. Tanti ricordano Sergio Rossi

  • Milleproroghe per turismo e commercio: gli slittamenti previsti dal provvedimento regionale

  • Sono 740 i positivi in provincia, Cesena piange la sesta vittima del Coronavirus

  • "Un giorno tristissimo", si è spento l'imprenditore dell'ortofrutta Daniele Brunelli

Torna su
CesenaToday è in caricamento