Il M5S contro Lattuca: "Arroganza e ipocrisia, la foglia di fico è caduta"

"Alla prima occasione, neanche tanto complicata, la foglia di fico è caduta". E' quanto afferma l'esponente del Movimento 5 Stelle Claudio Capponcini

"Abbiamo subito toccato con mano l’arroganza e la superbia del nuovo sindaco di Cesena, senza neanche aver avuto bisogno di stimolarlo Perché Enzo Lattuca è così, già sicuro padrone della città, sprezzante nei confronti degli altri, cittadini compresi. Alla prima occasione, neanche tanto complicata, la foglia di fico è caduta". E' quanto afferma l'esponente del Movimento 5 Stelle Claudio Capponcini, il quale aggiunge che "è bastato chiedere di analizzare e discutere le delibere presentate per il primo consiglio (già fuori della prassi ordinaria) e la maschera del “volemosebbene” è caduta".

"La rappresentazione perfetta è avvenuta alla riunione dei capogruppo indetta prima della discussione in consiglio - continua Capponcini -. Con fare arrogante da professorino di quarta categoria ci ha arringato sciorinando articoli di legge e numeri di comma e decreti
Tutto per dimostrare agli ignoranti - noi - che non conoscono secondo lui, il reuccio, il meccanismo legislativo e che quelle delibere erano della massima urgenza e non procrastinabili. Tutto falso. Tutto una commedia per nascondere le sue nudità politiche. I tempi c’erano per tutte le proposte. Stretti ma c’erano solo a volerlo fare. Ma per il re di Cesena (l’altro era Imperatore) tutte stupidaggini. Quindi chiusura completa, senza appello, senza ascolto e senza discussione. Le roi c’est moi. Poi riprendendo la foglia di fico, in aula con l’ipocrisia e la strafottenza che contraddistingue questo personaggio, si è mostrato tutto compiacenza e confronto, tutto dialogo e discussione. Che falsità, ipocrisia e arroganza".

Il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle sottolinea come "c’era tutto il tempo per convocare la riunione dei capogruppo di tutte le liste e presentare il problema del debito fuori bilancio collegato alle spese dell'alluvione del 14 maggio". Capitolo "nomine enti pubblici e società partecipate; proroga delle nomine fino al 9 luglio (la prima in scadenza)". E poi una stoccata sulla mozione sull'emergenza climatica: "Questa è la più bella; il Pc, Pds, Ds, Pd non ha fatto niente a Cesena e nel mondo per il clima e adesso, dopo Greta è tutto un ribollire di idee progetti sogni incubi e soprattutto sciocchezze. Stiamo coi piedi per terra: il partito che in Italia vuole gli inceneritori le trivelle i rigassificatori il ponte sullo stretto, e a Cesena il Novello, il raddoppio della via Emilia, l’autostrada E55 il raddoppio del Montefiore e il people mover, ma stenta sulla raccolta differenziata e conferma Ecoself, non farà mai niente di serio per l’ambiente, in senso lato, e nello specifico sennò non c’era bisogno dei friday for future per proporre la borraccia di alluminio o i pannelli solari nelle scuole adesso dopo quarant’anni di governo cittadino".

Cappncini parla di "chiacchiere e banalità scoperte alla prima debole protesta. Questa è la vera discontinuità con il passato: negare in pubblico e imporsi in privato, senza confronto senza dialogo. Ci eravamo abituati e non abbiamo mai creduto potesse essere diverso con questi. È proprio per questo che oggi non ci spaventiamo e tiriamo diritto. La foglia di fico fa presto a seccarsi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinse 500mila euro al gratta e vinci, ora apre un'osteria "come quelle di una volta"

  • Operazione incredibile al "Bufalini": musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

  • La notte trasgressiva a tre col transessuale finisce a sassate: nei guai coppia di fidanzati

  • Savio in piena, frane in collina ed allagamenti in riviera: il maltempo fa paura

  • La colpisce con lo specchietto mentre cammina sul ciglio della via Emilia: anziana ferita

  • Scirocco e alta marea a Cesenatico, gli stabilimenti spariscono. "Acqua in strada a Valverde"

Torna su
CesenaToday è in caricamento