sabato, 19 aprile 17℃

"Scissione Gesturist", i "grillini": "Novità importanti. Bisogna fare chiarezza"

Il Movimento 5 Stelle di Cesenatico continua l'approfondimento della questione "scissione Gesturist". "Dai documenti emergono novità importanti su cui fare chiarezza"

Redazione 2 maggio 2012

Il Movimento 5 Stelle di Cesenatico continua l’approfondimento della questione “scissione Gesturist”. “Dai documenti emergono novità importanti su cui fare chiarezza – evidenzia il consigliere Alberto Papperini -. In particolare gli atti concernenti crediti del valore di circa 3,5 milioni di euro che la Cesenatico servizi srl ha avuto in eredità dalla Gesturist spa. Questi crediti deriverebbero da lavori effettuati nel corso dei diversi anni da Gesturist. che non hanno riscontri accertati, per cui sorgono molti interrogativi”.

Papperini illustra la questione: “L’ex presidente di Gesturist Spa, Paganelli Giancarlo, in data 8 giugno 2011 ha scritto al nuovo Sindaco di Cesenatico Roberto Buda, elencando i crediti maturati nei 10 anni precedenti dalla Gesturist (ora Cesenatico Servizi) con il Comune di Cesenatico per un importo complessivo di 3.535.352,16 milioni di euro. Dall’elenco dei lavori si riscontra che i crediti partono dal 2001 fino al marzo 2011. Considerando le regole che i Comuni devono rispettare e i meccanismi di gestione delle S.p.a. pubbliche, il cittadino contribuente si pone diverse domande: questi milioni di presunti crediti significheranno nuove tasse?”.

“Il Sindaco e la Giunta – continua l'esponente dei “grillini” - avevano l'obbligo di controllare i lavori di Gesturist a cui venivano affidati annualmente circa 6 milioni di euro per i lavori di manutenzione, quindi come si spiega la richiesta del pagamento di un credito di tale entità?  Questo debito è reale, è supportato da prove o è inesistente? Risulta pertanto di fondamentale importanza verificare se questi crediti siano dovuti o meno”.

Papperini stesso, ricorda, “aveva più volte ha richiesto (a partire dal luglio 2011) copia dei documenti contabili previsti nei contratti d’appalto, ma non ci sono mai stati consegnati. Dagli ultimi riscontri avuti in Comune risulterebbe che i pagamenti per le prestazioni manutentive venivano saldati in modo forfettario e non sulla base di una contabilità analitica. Se ciò fosse vero nulla sarebbe dovuto da parte del Comune poiché tutti i lavori e i costi sono già stati pagati  durante le passate gestioni”.

Annuncio promozionale

“Ora siamo in attesa di conoscere le decisioni che il Sindaco Buda adotterà sull’argomento – conclude il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle -. Confidiamo che il Sindaco voglia tutelare l’interesse dei cittadini di Cesenatico, evitando di creare ulteriori debiti e soprattutto che tutto sia fatto nel rispetto della legge”.

Alberto Papperini
Cesenatico
gesturist
Movimento 5 Stelle

Commenti