Galleria Oir e Piazza della Libertà: i "Popolari" lanciano la proposta del "Glam center"

La Galleria Oir viene immaginata come "luogo aperto alla città e ai visitatori, che sono sempre più attenti al “turismo dei luoghi del sapere”".

La Galleria Oir "un'opportunità per i cittadini e il territorio". Ne sono convinti Eugenio Fantozzi e Priya Baldazzi, rispettivamente responsabile Area Istituzioni e Partecipazione e responsabile Eventi e Comunicazione dei "Popolari per Cesena". Argomentano Fantozzi e Baldazzi: "Cesena, come oramai è risaputo, con i suoi palazzi storici affonda le radici in un passato storico-artistico intriso di autenticità e rare bellezze. In questo clima acquisisce nuova importanza la Galleria Oir, che noi Popolari per Cesena immaginiamo quale luogo aperto alla città e ai visitatori, che sono sempre più attenti al “turismo dei luoghi del sapere”".

Con l’approvazione del Consiglio comunale del 28 febbraio, il palazzo dell’Oir e il patrimonio della Pinacoteca della Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena sono entrati nella disponibilità del Comune per la realizzazione della nuova Pinacoteca cittadina. Le opere della Fondazione, in aggiunta ai beni già in possesso dalla odierna pinacoteca comunale, costituiscono un importante patrimonio culturale sulla pittura Romagnola (dal XV al XVIII secolo, e non solo) tanto da poter definire una collezione di sicuro interesse nazionale. In primo luogo diventa prioritario una ristrutturazione che sappia unire sapientemente la qualità estetica dell’edificio alla praticità funzionale degli spazi interni".

"Tuttavia l’intervento deve anche qualificarsi per ciò che concerne la copertura della galleria, ad oggi in pessime condizione conservative - chiosano Fantozzi e Baldazzi -. Questo elemento, se ben pensato e studiato, può realmente riqualificare l’intero complesso. Galleria Oir, nei nostri progetti saprà coinvolgere le parti antistanti al palazzo, ovvero Piazza della Libertà, consapevoli che anche questa nuova area urbana abbia un potenziale ancora tutto da scoprire. Nel nostro patto con Enzo Lattuca, abbiamo sottolineato come sia importante e strategico poter vantare un polo attrattore di cultura ed eventi, pronto ad accogliere una pianificazione metodologica e non fine a se stessa".

"Gli eventi per noi non sono da vedersi come momenti isolati, ma come punti che uniti insieme vanno a disegnare una vera e propria strategia di marketing culturale coordinando le diverse istituzioni presenti nel tessuto territoriale - continuano gli esponenti dei "Popolari" -. Da qui nasce l’idea e la proposta di un nuovo Glam center: abbiamo ritenuto opportuno utilizzare un'espressione anglofona che riunisce diverse tipologie di istituzioni al suo interno (Gallery, Library, Art & Museum). Questo centro polifunzionale, che vediamo concretizzarsi nella Galleria Oir, permetterà all’interno dei propri spazi il dialogo continuo tra le collezioni permanenti e le mostre temporanee, sfruttando la piazza antistante come richiamo attrattivo per manifestazioni artistiche e performative".

"Inoltre l’utilizzo di strumenti digitali come archivi e raccolte online consentiranno all'utente di passare con facilità da un libro, ad un oggetto museale affine, per poi infine arrivare ad un documento archivistico correlato - concludono -. Noi, Popolari per Cesena, siamo consci della sfida che ci si prospetta e siamo anche consapevoli dell’opportunità che Galleria Oir rappresenta per lo sviluppo della città, dalle sue connessioni con il territorio, alla diffusione di cultura, allo stretto rapporto con le persone, aprendo le porte ai cittadini da 0 a 100 anni, calibrando attività mirate per tutti, rivendicando il ruolo di una cultura libera e visionaria".

Potrebbe interessarti

  • 5 trucchi per sopravvivere all'estate senza aria condizionata

  • Aperitivi all'aperto a Cesena: ecco la top 5

  • Sagre di Romagna a giugno: gli appuntamenti più gustosi tra Cesena, Forlì e Ravenna

  • Sciamatura delle api, come affrontarla e chi chiamare

I più letti della settimana

  • Ballottaggio, Enzo Lattuca trionfa a Cesena con il 55,74%. Giovannini si conferma sindaco di Savignano

  • Travolta sulle strisce mentre porta a spasso il cagnolino: inutile la corsa al Bufalini

  • Cesena non cambia, notte di festa per Lattuca: "Una città che guarda al futuro e non al passato"

  • Dopo lo schianto contro una macchina agricola finisce nel fosso: muore all'ospedale

  • Ex assessore cesenate sceglie il Portogallo per vivere in pensione: "Qui meno tasse e meno stress"

  • Ecco il nuovo consiglio comunale, una maggioranza consistente per il neosindaco Enzo Lattuca

Torna su
CesenaToday è in caricamento