Fusione Savignano-San Mauro, la Lega infierisce: "Sindaci dimettetevi"

"Una notte da leoni quella appena trascorsa nella Valle del Rubicone. I cittadini di San Mauro e Savignano hanno messo il freno a mano al progetto di fusione, un referendum consultivo che ha spezzato le gambe ai sogni di gloria del Pd"

"Una notte da leoni quella appena  trascorsa  nella Valle del Rubicone. I cittadini di San Mauro e Savignano hanno messo il freno a mano al progetto di fusione, un referendum consultivo che ha spezzato le gambe ai sogni di gloria del Pd e della sinistra locale, che avrebbe voluto svendere entrambe le municipalità e che oggi invece si risveglia zoppa e dolorante". Queste le parole del segretario  provinciale del Carroccio, Jacopo Morrone, e di Luciano Maroni segretario della Circoscrizione Pianura Cesenate, fin dall'inizio critici osteggiatori della manovra politica di fondere in un unica municipalità i Comuni di San Mauro e Savignano.

"Non ci sono scappatoie - incalza Morrone - cari Sindaci i numeri non mentono, i cittadini vi hanno sfiduciato sul campo, fate un passo indietro. L'unico referendum che vogliamo è per la Regione Romagna”.

“A Savignano scarsa affluenza e un SI risicato che fa traballare la Giunta Battistini - esordisce così Veniero Pasolini, segretario della sezione leghista di Savignano sul Rubicone - La Lega Nord fin dall'inizio è stata l'unica forza politica di opposizione ad osteggiare questo macro contenitore amministrativo fumoso e carnevalesco. Siamo scesi nelle piazze e abbiamo alzato la voce contro il progetto di fusione, illustrando i perché della nostra scelta e il nostro impegno a tutela e salvaguardia del territorio".

"Il Sindaco di San Mauro lasci la "poltrona" dopo questa figuraccia - insiste il segretario leghista di San Mauro, Nicola Ravagli - è evidente che la base non si rispecchia più nelle politiche e nelle scelte amministrative di Miro Gori. La sconfitta referendaria deve far riflettere sulla moda di inventarsi e sponsorizzare a tutti i costi accorpamenti e fusioni municipali che altro non sono che cattedrali nel deserto a discapito dei nostri cittadini."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel mondo dell'imprenditoria romagnola: si è spento il re degli arredamenti, Mario Gardini

  • Dall'Olanda a Cesena per amore, dopo il bar in centro tenta il bis con il figlio

  • Trasporto pubblico locale, sciopero di 24 ore del personale di Start Romagna

  • Passato di mamma in figlia, il negozio chiude dopo 59 anni: "Mi dispiace per le mie clienti"

  • Con la mountain bike cade per 30 metri in un canalone: il Soccorso Alpino interviene con l'elicottero

  • Esce urlando dalla stazione: "Sono stato rapinato". La Polizia arresta due uomini

Torna su
CesenaToday è in caricamento