Elezioni nel cesenate, dopo le primarie parte la campagna del Pd

Per il segretario di federazione Fabrizio Landi, «è un risultato straordinario, in tempi di così alta disaffezione alla politica non ci sono altri partiti in grado di riuscire a portare quasi ottomila persone alle primarie

Si sono concluse domenica le ultime tornate di primarie nei comuni che andranno al voto per rinnovare gli organi amministrativi. In sei dei nove comuni del territorio cesenate in cui, nelle elezioni amministrative del prossimo maggio, si andranno a rinnovare le amministrazioni locali, il Pd ha sin dal settembre dello scorso anno lanciato la sfida della selezione del candidato a sindaco attraverso le elezioni primarie, di partito o di coalizione.

7775 cittadini si sono recati alle urne. In tutti i comuni del comprensorio, esclusa la capofila Cesena, comunque unico comune in cui il sindaco in carica si è presentato alle primarie, si è superata la soglia del 10% degli aventi diritto, a San Mauro Pascoli si è andati oltre il 16%. Se poi si tiene conto del solo bacino elettorale del centrosinistra, in alcuni casi si va oltre il 50%. A fare da apri fila il comune di Cesena: il 17 novembre Paolo Lucchi (Pd) ha ottenuto 2037 voti, superando Elena Baredi (Sel) che ne ha ottenuti 835.

Il 26 gennaio a Mercato Saraceno è stata la volta di Monica Rossi, che ha ottenuto 460 voti, contro i 126 di Maurizio Domeniconi. Il 2 marzo a Gambettola Roberto Sanulli (PD) ha ottenuto 509 voti, gli sfidanti Alex Guidi (Pd) e Massimiliano Maestri (RC), rispettivamente 261 e 98. Il 9 marzo a San Mauro Pascoli,Luciana Garbuglia (Pd) ha raccolto 715 preferenze contro le 682 di Eva Neri (Pd). Il 26 marzo infine a Savignano sul Rubicone Filippo Giovannini (Pd) ha ottenuto 924 voti, Andrea Sarti (Savignano Noi) 520, a Bagno di Romagna Claudio Valbonesi (PD) 402 voti, Sara Monti (PD) 140.

Per il segretario di federazione Fabrizio Landi, «è un risultato straordinario, in tempi di così alta disaffezione alla politica non ci sono altri partiti in grado di riuscire a portare quasi ottomila persone alle primarie. Nei tre comuni in cui non si sono effettuate le elezioni primarie, per assenza di più candidature, si metteranno a disposizione dei territori i candidati: Fabio Molari (PD) che si presenta per il secondo mandato a Montiano, Massimo Bulbi (PD) a Roncofreddo e Piero Mussoni (RC) a Borghi. Nei prossimi mesi lavoreremo tutti insieme per far conoscere ai cittadini le nostre proposte politiche».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel mondo dell'imprenditoria romagnola: si è spento il re degli arredamenti, Mario Gardini

  • Cerca l'incontro consensuale, ma trova all'improvviso la pretesa di soldi per sesso: denunciato estorsore

  • Dall'Olanda a Cesena per amore, dopo il bar in centro tenta il bis con il figlio

  • Passato di mamma in figlia, il negozio chiude dopo 59 anni: "Mi dispiace per le mie clienti"

  • Con la mountain bike cade per 30 metri in un canalone: il Soccorso Alpino interviene con l'elicottero

  • Colpita da meningite durante la gita di gruppo, turista in gravi condizioni

Torna su
CesenaToday è in caricamento