Elezioni, Montalti (Lega): "Bene i Velo Ok ma il provvedimento è tardivo"

Il candidato consigliere Montalti: "Sospetta l'adozione della misura a fine mandato e in piena campagna elettorale"

“E’ ovviamente opportuno installare le colonnine del Velo Ok, come investire risorse in questa iniziativa se si traduce in più sicurezza stradale, disincentivando a ‘correre’ sulle strade, con il rischio di provocare gravi incidenti. Quello che contesto sono la tempistica e la logica del posizionamento di queste strumentazioni”. Lo afferma Manolo Montalti, candidato della Lega alla carica di consigliere comunale.

“Sul piano della tempistica, ci si stupisce che l’amministrazione Lucchi abbia tardato tanto tempo nell’assumere questo provvedimento. Annunciarne l’adozione proprio alla fine del secondo mandato, in piena campagna per le amministrative, più che una misura per la sicurezza stradale, sembra una mossa attuata a scopo elettorale. Per quanto riguarda il posizionamento, credo che questo tema non riguardi la sicurezza stradale in generale, ma debba essere specificatamente circoscritto al problema dell'alta velocità. Questo perché nell’ambito della sicurezza stradale, oltre al rispetto dei limiti, rientrano diversi fattori, per esempio la manutenzione del manto stradale, su cui ci sarebbe senz’altro molto da ridire visto lo stato di trascuratezza delle nostre strade in questi anni.

"Ma, parlando di posizionamento, -prosegue Montalti - non convince neppure la logica con cui sono stati dislocati questi primi Velo Ok. Con l'arrivo della bella stagione, le arterie verso la costa diventano progressivamente più trafficate. Per evitare di trovarsi in mezzo a lunghe code, molti automobilisti scelgono di utilizzare strade secondarie che ‘tagliano’ il tragitto. Di questo fenomeno, per altro molto comune, sembra che non si sia tenuto conto nel posizionare le colonnine, con il rischio di non riuscire a prevenire incidenti anche gravi su vie come la Violone di Gattolino e la Melona (quartiere Al Mare), teatri di sinistri di cui uno mortale, il 18 luglio del 2017, all’incrocio con via Capannaguzzo".

"Se quindi nel nostro programma la sicurezza stradale è uno dei punti prioritari e in questo scenario consideriamo necessari anche i Velo Ok, oltre ad altre iniziative, tuttavia non possiamo non evidenziare come il varo di questo intervento da parte della Giunta uscente del Pd sia stato di corta misura, limitato e molto in ritardo. Non a caso, sindaco e assessore lo hanno annunciato in vista delle elezioni", conclude il candidato leghista..
 

Potrebbe interessarti

  • 13 utilizzi del bicarbonato di sodio che ancora non conoscete

  • Il "metodo 333" per un guardaroba ordinato e completo di tutto

  • Pesciolini della carta: cosa sono e come liberarsene

  • Aspettare tre ore prima di fare il bagno dopo mangiato: tutta la verità

I più letti della settimana

  • Tragico incidente in via Dismano: quattro morti, tra loro due fratelli minori

  • Dopo la strage di via Dismano un altro dramma stradale: un morto e tre feriti in uno scontro frontale

  • Auto travolge un corridore: è grave. Ferito identificato dopo l'appello sui social

  • Una fusione di tradizioni: dopo 27 anni la storica osteria in centro cambia gestione

  • E' un'estate di sangue, nuova tragedia: centauro cesenate perde la vita

  • Pericolo pubblico al volante: guida ubriaco fradicio, senza assicurazione e senza patente

Torna su
CesenaToday è in caricamento